Utente 696XXX
egregio Dott,
sono uno studente di medicina e chirurgia al quinto anno.
Pur avendo già frequentato le lezioni del corso di dermatologia&MST, nn ho ancora sostenuto l'esame e nn ho molta confidenza con la materia dermatologica.
Vorrei sottoporre un problema a sua volta sottopostomi da un mio parente (come sarà capitato spesso a tutti mentre si è studenti):
pz maschio, 25 anni, professione cuoco, vivente a Londra, no assunzione Farmaci e/o sostanze in atto, longineo,sport: piscina pubblica da alcuni mesi, appetito buono dieta varia,unico disturbo:
- prurito che si presenta più volte al giorno da tre mesi circa a volte come condizione iniziale a volte successiva ad iperemia;
- inizialmente arti inferiori e pieghe inguine con scroto, attualmente le aree più interessate sono tronco e viso
- le lesioni post grattamento sono rossore diffuso senza evidente pomfi (a volte con chiazze di rosso più o meno intenso rispetto il circostante soprattutto al viso) e dermografismo (direi molto didattico addirittura si riesce a scrivere su schiena)con cute rilevata anche fino a 1 cm
- l'unico sintomo, oltre questi segni, sono sensazione di vampate di calore quando il rossore insorge al viso
- anche a livello della vita dove ci sono i pantaloni, insorge dermografismo lì senza prurito.

ovviamente ho consigliato una visita dermatologica (cosa difficile dato che lui resta in Italia fino al 25 Agosto e poi riparte per lavorare a Londra)
Sulle mie ipotesi diagnostiche vorrei chiedere conferma e gradirei ovviamente delle indicazioni sulla Sua ipotesi diagnostica (sapendo che senza a ver visto paziente in ermatologia è assai difficile):
orticaria cronica da vari agenti da ricercare? (Ag alimentari?)
Orticaria fisica? ( bordo dei pantaloni che provoca dermografismo )
Angioedema ?

Nel frattempo ho consigliato di assumere Cetirizina (Zirtec) 1cp (10mg) alla sera e valutare e ovviamente da sospendere 2 gg prima la eventuale visita dermatologica.
Cosa mi consiglia?
La ringrazio per la disponibilità
Cordialità,
Fabio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Utente 696XXX

Iscritto dal 2005
Caro Dr Vitali
grazie mille per la conferma e per l'aiuto.
Ho provato a chiamare il dr Vanghi ma probabilmente è occupato; riproverò più tardi. Lei visita da qualche parte i pazienti? mi piacerebbe saperlo anche per un'eventuale futuro.se vuole può rispondermi a questa domanda direttamente all'indirizzo fabisett@libero.it Ipotizzando, come parrebbe che la patologia in questione sia orticaria ed angioedema, come aggiusterebbe terapia? aggiungendo corticosteroidi?
Devo anche aggiornarLa su due eventi riferitomi stamane da mio cugino: tempo fa la sintomatologia era comparsa in maniera accentuata dopo l'assunzione di caffè solubile e in un'altra occasione durante l'assunzione di preparati di minestre/creme... (allergia alimentare?)
Cordialità
Fabio
[#2] dopo  
Utente 696XXX

Iscritto dal 2005
egregio Prof. Vitale,
mio cugino con levocetirizina 7,5 mg/die ha visto una netta diminuzione della sintomatologia.
Nel frattempo ha eseguito esami ematoclinici quali emocromocitometrico, ves, alt, ast, elettroforesi prot, glicemia, nelle quali si è evinto un aumento di ALT (131), AST (65), ALBUMINA (71) e G.Globuline a 9,9 rapporto A/G 2,36
questo le può essere d'aiuto in riferimento a quanto sopra?
Grazie mille