Utente 288XXX
Oggi sono andato dal dentista che mi ha otturato una carie abbastanza profonda sul 2° molare superiore.
E da quanto mi hanno detto, senza il bisogno di devitalizzarla.
Dopo l'operazione però sentivo un pò di dolore.... ho cenato dopo 2 ore dall'intervento.
Successivamente ho bevuto dell'acqua fredda di rubinetto e ho provato un dolore fortissimo come una scarica elettrica e pulsante che sta continuando per parecchi minuti.
Adesso la mia domanda... tutto questo è normale? devo aspettare un pò di tempo e vedere se il dolore passa o rivolgermi subito al dentista?

L'otturazione è stata fatta in amalgama.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Il dolore post trattamento si può verificare,ma deve essere di entità lieve e risolversi in breve tempo.
Entità e tempi precisi non possono essere indicati inquanto estremamante variabili, per le diverse condizioni e da individuo ad individuo.
[#2] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore della sua tempestiva risposta.
E' normale che mi fa male solo con il freddo e non con l'acqua calda o se mastico o se strofino il dente con lo spazzolino????
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
8% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Attenda qualche giorno per valutare i sintomi descritti,scompariranno o potrebbero peggiorare.
[#4] dopo  
Dr. Alessandro Francini
24% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
In generale una certa ipersensibilità al freddo è possibile si verifichi dopo l'otturazione di una carie molto profonda. A maggior ragione se l'otturazione è in amalgama, che essendo una lega metallica trasmette di più gli stimoli termici rispetto al composito.

In queste situazioni il nervo del dente si trova in uno stato che viene definito "pulpite reversibile".Reversibile vuol dire che può guarire completamente.

Finchè il dolore, anche se forte, sparisce dopo trenta secondi, massimo un minuto, dall'applicazione dello stimolo (in questo caso il contatto con l'acqua fredda),allora la pulpite è reversibile.

Se invece dura di più, allora la pulpite non è più reversibile, si definisce "irreversibile" e il dente si deve devitalizzare.

Questi parametri si usano quando si fa diagnosi per decidere se un dente cariato si deve devitalizzare o no. Con il cosiddetto "test del freddo" si mette a contatto del dente un batuffolo di cotone imbevuto di un liquido refrigerante per 5 secondi (in pratica si fa "gelare" il dente) e si osserva la durata del dolore che ne scaturisce.

Perciò tutto dipende da quanto dura il dolore dopo l'applicazione dello stimolo, piuttosto che dalla sua entità.

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
Sono tornato dal dentista, mi ha rivisitato e ha detto che il dente sta benissimo.
Ha fatto dei test ed è emerso che il dolore è provocato dal colletto dentale dietro il molare... che probabilmente o si è infiammato o si è leggermente staccato... ha detto che guarirà da solo.
Intanto, la prossima settimana vado a fare una pulizia dei denti da lui prescritta.