Utente 288XXX
Il 28 Agosto 2012 cado da un altezza di 4 metri e e riporto frattura epifisi distale radio ed ulna sn, frattura pluriframmentaria metaepifisi distale radio dx.
Vengo sottoposto al seguente trattamento:
riduzione e app gessato branchio metacarpale a dx e riduzione e stabilizzazione con fili di K e app gessato antirachio metacarpale.
Tolgo i gessi e mi sottopongo a 30 sedute di magnetoterapie.
Non avendo sensibilità alle dita della mano destra mi sottopongo a elettromiografia con esito compatibile con sindrome del tunnel carpale di grado grave a destra e di grado lieve a sinistra.
Volevo chiederLe se con l'intervento riacquisterò la completa mobilità della mano dato che questa neurolisi è dovuta al trauma subito, e se devo rivolgermi ad uno specialista della mano o posso rivolgermi al reparto di traumatologia che mi segue.
In attesa di una risposta
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

la neurolisi del mediano che certamente dovrà fare non incide sulla mobilità della mano ma sulla sensibilità.

E' un intervento di routine, che può essere fatto indifferentemente in un Reparto di Chirurgia della Mano o di Ortopedia.

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio.
Buona serata.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Lo stesso a lei.