Utente 270XXX
Da circa due mesi mi è stata asportata una cisti al viso piu o meno all altezza dello zigomo accanto al naso...la cicatrice non è già molto visibile (con sutura intradermica) non è questa che mi preoccupa...perchè dove c era la cisti ora c e una piccola depressione e praticamente la linea di espressione ke parte ai lati del naso verso le labbra è come se fosse stata deviata verso il piccolo vuoto dove prima c era la cisti a quell altezza. La cicatrice non mi da particolarmente fastidio ma questo effetto si e molto... vorrei sapere quali sono le tecniche per risolverlo e se possibile meno invasive possibile...grazie
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, faccia rivalutare la problematica al suo chirurgo. Spesso molte imperfezioni dopo interventi chirurgici si risolvono con un poco di attesa. In ogni caso prima di intraprendere nuove terapie conviene attendere almeno ancora qualche mese. Al massimo si può (se il suo chirurgo lo reputa opportuno) massaggiare la parte.
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la risposta...attenderò ancora qualche mese...volevo chiedere un'altra cosa sempre riguardo questo dislivello, nella parte superiore prima del vuoto di conseguenza risulta più gonfio e se tocco mi sembra che ci sia qualcosa di duro sotto...cosa può essere? può riguardare la sutura?... mi è stata fatta una sutura intradermica con due punti solo alle estremità della sutura e la cicatrice è chiusa ma solo alle estremità dove c erano questi punti ancora deve chiudersi completamente come il resto, è normale? dopo quanto tempo più o meno dovrebbero richiudersi completamente?... non è che siano aperti però mentre il resto della cicatrice è diventata una sottile linea quasi uguale al colore della pelle, le estremità sono più rosse ed è come se la pelle dovesse ancora chiudersi per diventare una linea più chiara come il resto. Un ultima cosa, se al trascorrere dei mesi il dislivello dovesse persistere... come si potrebbe intervenire? la mia paura è di dovermi affidare ad iniezioni continue da ripetere e che quindi dovrei dipendere da queste a vita...
[#3] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
i punti riassorbibili possono qualche volta determinare un poco più di infiammazione a livello della cicatrice. Attenda con fiducia.
Se rimanesse una depressione si è sempre in tempo a revisionare la cicatrice a distanza di tempo. Le rinnovo il consiglio di fare presente le sue perplessità al chirurgo che l'ha operata.
cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
Qualcuno potrebbe darmi delle risposte precise ai dubbi che ho espresso? grazie
[#5] dopo  
Dr. Massimo Re
36% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Concordo con il Dr. Graziano che le ha risposto esaustivamente a tutte le sue domande, quali sono i suoi dubbi?
Purtroppo senza poterla visitare è difficile valutare la sua situazione e consigliarle il trattamento migliore. Deve avere pazienza ed attendere la guarigione completa prima di fare qualsiasi tipo di trattamento per migliorarla. I tempi di guarigione variano da persona a persona. Per quanto riguarda la depressione di cui parla, se non dovesse migliorare tra qualche mese, il suo chirurgo potrà valutare se intraprendere una revisione chirurgica, un trattamento laser, un filler riassorbibile o permanente, needling o altri trattamenti.
Distinti saluti,