Utente 288XXX
Salve,
è da qualche mese che soffro ad intervalli più o meno regolari di calo della libido e difficoltà nell'erezione, con conseguenti effetti sulla mia vita di relazione (ho una relazione stabile da 10 anni e convivo da 4 e mezzo).
Ho recentemente effettuato una visita di controllo dall'andrologo che non ha evidenziato problemi "evidenti" agli organi o alla circolazione. Per questo motivo, l'andrologo mi ha prescritto l'Ezerex come integratore e il dosaggio ormonale. Gli ormoni tiroidei, l'FSH e l'LH sono normali, ma mi è stata riscontrata la prolattina alta (26.2 µg/L, valori di rif. 2.5-17) e il testosterone basso (7.4nmol/L, valori di rif. 9-36; non so se si tratti del totale o del libero).
Il mio andrologo mi ha suggerito di continuare con l'ezerex, di ripetere le analisi tra tre mesi, ma non mi ha prescritto nulla per "tamponare" almeno la sintomatologia riguardante libido ed erezione. Nonostante la mia compagna stia dimostrando di comprendere la situazione, la mancanza di rapporti sta creando un po' di tensioni e vorrei sapere se sia consigliabile un trattamento anti-iperprolattinemico o una terapia sostitutiva di testosterone, o se sia meglio aspettare.
grazie per i consigli che vorrete darmi,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la prolattina è stat valutata in fase basale e dopo riposo di 30-45'?

Risenta comunque il suo andrologo e visto che il suo problema sessuale permane bisogna rivalutare i suoi dosaggi ormonale e poi con lui studiare eventualmente una corretta strategia terapeutica.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2013
gentile dottor Beretta,

grazie per la sua risposta. il prelievo mi è stato effettuato circa 10-15 min dopo il mio arrivo in ambulatorio, verso le 10.30 del mattino. Dice che questo può influenzare il risultato?

Purtroppo attualmente mi trovo all'estero e quindi mi risulta difficile avere consulti regolari con il mio andrologo. Pensa che un endocrinologo - che sembra più facile da trovare a breve distanza - possa analizzare la situazione in modo efficace e propormi delle soluzioni, o è comunque meglio magari trovare un altro andrologo più vicino?

grazie, anche per l'articolo che ho trovato molto interessante,

cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

anche un endocrinologo con chiare competenze andrologiche può essere un medico capace di affrontare in modo preciso il suo attuale problema sessuale.

Ancora cordiali saluti.