Utente 289XXX
Salve,

Sono una studentessa universitaria di 21 anni. Da pochi mesi ho scoperto, a seguito di ECD, di avere un lieve prolasso mitralico con lieve rigurgito. Il motivo di tale accertamento è nato da un quadro sintomatologico che prevedeva: dolore puntiforme sotto il seno sx spesso irradiato in posizione sotto-ascellare e/o nella corrispettiva localizzazione a livello della schiena, cardiopalmo, battito irregolare, astenia ed ipotensione (60/95).

Tuttavia, da qualche settimana il tutto sembra essersi aggravato. Il dolore da me avvertito sotto il seno sx è divenuto costante, gli episodi di forte astenia si sono fatti sempre più frequenti (soprattutto alla sera con capogiri), avverto diversi “tonfi” al cuore nell’arco della giornata e soprattutto avviso diverse accelerazioni del ritmo cardiaco anche, ed in particolare modo, a riposo (90-100 battiti/min). Nelle ultime notti mi è capitato di svegliarmi dopo poco che mi ero addormentata per improvvisi fenomeni tachicardici, accompagnati da una sensazione di grande freddo soprattutto a carico degli arti inferiori, che perdurano per circa 30-60minuti; con una cefalea nel momento del risveglio mattutino.

Ad oggi ho effettuato un monitoraggio dell’attività elettrica del cuore nelle 24 ore (Holter) di cui devo ricevere risposta nelle prossime giornate. Premetto che sto attraversando un momento piuttosto delicato in famiglia che potrebbe influire sul mio stato di stress e di tranquillità. In ogni caso, questa mia condizione di salute sta cominciando a preoccuparmi e a provocarmi delle interferenze nello svolgimento sereno della vita quotidiana, in primis per i fenomeni di tachicardia che mi provocano un stato di agitazione e di preoccupazione generale ed in seguito per la forte astenia a cui non riesco a trovare rimedio.

Sapreste darmi delle risposte/consigli circa questo mio stato di malessere? Il tutto potrebbe essere provocato dal lieve prolasso?

Ringrazio per l’attenzione,
in attesa di risposta
Cordiali saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il lieve prolasso mitralico che lei riporta (non ho potuto vedere ovviamente la sua ecografia cardiac) si associa spesso ad uno stato ansioso e talora anche a disfunzioni tiroideee.
I sintomi che lei riferisce non paiono assolutamente correlati al suo cuore.
Ci invii l'esito dell'holter eseguito e si tranquillizzi.
Cordialmente
cecchini