Utente 289XXX
Buongiorno sono la mamma di una bambina di 32 mesi che ha avuto delle strane reazioni cutanee di cui non capisco la natura.
Premetto che di recente non ho ne cambiato detersivi, ne tipologie di cibi, ne introdotto prodotti di cosmesi nuovi. Ciò premesso, la prima manifestazione è stata ieri mattina sulla parte posteriore delle gambe e, in modo meno esteso, sulle braccia e sul viso. Dopo che si grattata le gambe (effettivamente in modo un po' pesante ma senza avere prurito), in corrispondenza del passaggio delle unghie si sono formate delle zone rosse leggermente gonfie con sopra delle "bolle" senza liquido un po' più chiare. In alcuni punti erano tondeggianti, in altri avevano la forma allungata che seguivano il passaggio dell'unghia. Le stranezze sono che tra il grattare e la formazione sono passati alcuni minuti, non le davano alcun prurito, non hanno coinvolto il tronco e alla fine, dopo qualche ora, si sono completamente riassorbiti.
Questa mattina è accaduto la stessa cosa ma ha colpito il dorso delle mani, attorno alla bocca e ancora le gambe. Iter identico a quello di ieri.
Non sappiamo cosa pensare. L'unica idea che mi è venuta in mente è che possa essere allergica alla plastica (o a qualche componente) con cui è fatto il riduttore per il water che abbiamo iniziato ad usare da ieri. Poiché ha due maniglie ho pensato le possa aver impugnate e poi essersi passata le manine sul viso, mentre per il retro coscia ci sia stato un contatto diretto.
Non so che pensare e prima di andare dal pediatra o andare diretta da uno specialista, volevo farmi un'idea su cosa potesse essere.
Vi ringrazio per la cortese attenzione e attendo una Vostra risposta.
C.A.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
sempre ricordando i limiti connessi al mezzo utilizzato, si può dire che il Suo racconto è piuttosto suggestivo di una forma di orticaria dermografica; ovviamente dovrà fare riferimento al pediatra per la conferma (il prurito è un sintomo e la bambina potrebbe non essere completamente "attendibile" nel riferire certe sensazioni). In tal caso, pertanto, non si tratterebbe di un'allergia, ma di una condizione che solitamente regredisce in maniera spontanea.
Saluti,