Utente 236XXX
Gentile dottore,mia mamma 74 anni ipertesa e'' stata ricov per angina instabile con evid.angiograf di coronarie esenti da lesioni 05/812 ,operata di tiroide ,sindrome depressiva,
E.O. aia nei limiti,att,ritmica ,toni puti ,pause libere,assenza di congest.venosa
ECG ritmo sinusale ,anomalie della fase di ripolarizz.ventr. anteriori estese
holter pressorio 01/12 picchi nel pomeriggio.
Ecocardiog. 01/13 dilatazioni atriale x ipertrofia parietale in lieve media alterata fase diastolica
tratt.amento duoplavin 75, eurotirox 100 , torvast 20, pantaprazolo, zoloft 50 e da 5 giorni assume triatec 5 una volta al g. e zanedip 10 mg perche'' secondo la misuz. holter i picchi sono arrivati fino a 190/200 di massima , oggi invece di solo triatec 5 una volta al g , assume anche zanedip ore 17 , ma la mattina prima del triatec le misuro la pressione e mediamente e'' 160/80 158/80 poi dopo circa un ora dalla compressa inizia a scendere 130/60 130/75 ecc fino alle 17 poi assume zanedip 10 , e'' normale che al mattino e'' cosi alta la pressione? deve rimettere l''holter , o e'' ancora presto e'' la terapia non ha prodotto ancora gli effetti desiderati? mi puo'' chiarire un poco la situazione? e'' pericolosa questa pressione? bisogna modificare ancora la terapia ? Resto in attesa di una Sua risosta grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Solitamente nei pazienti con problemi tiroidei ed in trattamento con Eutiorox (specie se di sesso femminile) non si impiega un calcio antagonista (zanedip) per il controllo pressorio, ma un beta bloccante (es.: propanololo)
Ne parli con il suo medico
arrivederci
cecchini