Utente 226XXX
Gentili dottori, martedì scorso tagliando le unghie con l'apposita forbicina, mi è saltato nell'occhio sinistro un frammento di un'unghia. ammetto di averlo un po' torturato quelal sera, per il fastidio causato dal frammento d'unghia ed anche perchè non cpaivo se era davvero rimasto nell'occhio. Invece mi era proprio rimasto sotto la palpebra superiore verso il naso, fino alla sera di mercoledì, quando con la soluzione fisiologica sono riuscita a toglierla. L'occhio però ha continuato a darmi fastidio/leggero dolore a volte, e lo sento gonfio, il medico di base mi ha consigliato di mettere il collirio Tobradex nel caso l'occhio si fosse infiammato (il medico di base non era riuscito a vedere la scheggia). Così ho messo il collirio, solo che l'occhio non si presenta rosso e visivamente la palpebra non pare più gonfia, ma io la sento tale, spesso anche nel lato esterno, e a volte ancora nel punto in cui sotto si trovava il frammento d'unghia. Ho messo il collirio Tobradex una volta giovedì sera, 4 volte nella giornata di venerdì, e due volte nelle giornate di sabato e domenica. Avendo però paura degli effetti collaterali descritti nel foglietto illustrativo, ora l'ho sospeso. Ritenete sia più giusto continuare? Se sì per quanto tempo e in che dosi? Purtroppo ho difficoltà ora ad andare da un oculista. Grazie cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
DEVE recarsi dal medico OCULISTA ed effettuare una valutazione con il MICROSCOPIO altrimenti la lesione puo' dare conseguenze molto gravi



nel futuro potra' eseguire una PTK dopo asportazione di corpo estraneo epicorneale

le allego un mio appunto

Recentemente un medico specializzando mi ha chiesto il'indicazione alla PTK dopo asportazione di un voluminoso corpo estraneo metallico.

Allora gli ho mostrato delle foto di archivio ed anche delle diapositive, ricche di leucomi corneali in sede centrale, paracentrale o periferica con residui rugginosi in parte asportati.

sono pazienti che per anni hanno avuto probemi, dislacrimie, dolori fastidi, per anni hanno istillato valanghe di lacrime artificiali spesso senza nessun miglioramento.

Negli ultimi anni vari Autori indicano allora la necessità di effetture un PTK, anche solo in quell'area colpita.

Infatti dopo un' accurata detersione con fresa , allorchè si giunga alla membrana di Bowman, che in questi casi è spesso lesionata dalla lesione contusiva iniziale oppure alterata dai residui metallici rugginosi e dallo stroma corneale granuleggiante nel tentativo di riparazione, è preferibile eseguire una PTK di 7 -10 micron al fine di effettuare uno smooting di quella zona.

Quindi la rigenerazione e riparazione è davvero miracolosa , si applica per qualche giorno la LAC terapeutica , la terapia è un collirio antibiotico , uno antiinfiammatotrio ed una lacrima

e dopo al massimo 2 settimane il paziente è completamente e definitamente guarito.

Naturalmente mi rendo conto che ciò non può essere eseguito in tutti i Nosocomi ed in tutti i Pronto Soccorso, ma vi assicuro che nei migliori centri di Eccellenza o dove vi è disponibilità di un Laser ad eccimeri , questo è il GOLD STANDARD.

[#2] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
spero di essere stato chiaro
[#3] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore, La ringrazio.
Stasera ho la visita dall'oculista.
Nel mio caso però non è stata una scheggia metallica, ma un frammento d'unghia che è uscito dopo lavaggio dell'occhio con la soluzione fisiologica (effettuata la sera del giorno dopo l'incidente).
L'occhio ora, a distanza di quasi 10 gg dall'episodio, va molto meglio, non sento quasi più fastidio nè dolore, ma la visita la effettuerò lo stesso.
I problemi eventualmente non curati potrebbero emergere anche a distanza di tempo? Anche sintomi che ora non ho?
Volevo anche chiederLe: cos'è la PTK?
Grazie, cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 226XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore, ho fatto la visita dall'oculista e non ha riscontrato nulla, tutto sano, secondo lui a causa del "trauma" subito, l'occhio mi dà ancora fastidio come effetto secondaio, ma il tessuto eventualmente danneggiato si è riparato da sè ed anche bene. Meglio così. L'oculista non ha nemmeno ritenuto necessario darmi medicinali, eventualmente per il fastdio che in questi giorni sentivo, mi ha consigliato il collirio Diclocular. Il mio occhio oggi non mi dà nemmeno più fastidio. Grazie per il consulto e cordiali saluti