Utente 274XXX
Buongiorno a tutti voi. Purtroppo da 2 anni soffro di aritmie. Ho eseguito tutti gli esami, dopo esser finito all'ospedale (2 anni fa) per una crisi di panico, avevo il cuore accelerato...ma solo tanto spavento. Appurato che non fosse niente di grave andai avanti con le analisi di routine : Ecg, Holter, Analisi del sangue, Test da sforzo, Eco-cardiogramma. Dopo le visite cardiologiche non è emerso niente, però purtroppo sento ogni tanto durante la giornata in momenti più disparati, davvero una brutta sensazione quasi di "morte". Sono anni che continuo a chiedere se sono normali, dall' holter ne risultarono circa 24 in una giornata mentre dal test da sforzo neanche una. Come mai ora, durante le partite di tennis ne sento qualcuna?Ora dovrei partire per una borsa di studio all'estero e mi preoccupa averne ed essere in un paese straniero..

Il mio cardiologo (ormai stressato dalle domande insistenti) mi ha confermato più volte che sono benigne e non sono patologiche. Ho smesso di fumare da 5 mesi, ho cambiato alimentazione riducendo anche il bicchiere di vino a pasto. Sono molto attento all'alimentazione ed evito latticini per intolleranze. Mi ha sconsigliato i betabloccanti, in quanto sono davvero troppo poche e il mio cuore è sano. Ho fatto tutti gli esami, ho chiesto se occorre altre analisi ma non servono,sono passati solo 2 anni. La situazione paradossale è che le avevo anche da piccolo, poi scomparirono, e ora sono ritornate. Purtroppo non vorrei esser collegato alla mia digestione "strana" in quanto ho sofferto di colon irritabile, gonfiore tuttora presente. Ormai devo partire e sono abbastanza preoccupato per questa cosa che non mi lascia in pace.La paura scatta proprio quando le sento, sono come un interruttore per lo stato ansioso.

Vorrei chiedere
1. Come devo comportarmi quando le sento?
2. Come posso ridurle?
3. Se mi venissero cosa posso fare?
4. Ne sento anche durante la partita di calcio/tennis, è normale?


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi concordo pienamente con tutto quello che le è stato detto dal suo medico di fiducia. Lei può e amio giudizio deve tranquillizzarsi, altrimenti innesca un meccanismo ansiogeno che peggiora i sintomi. Non può fare nulla per ridurle (tralaltro sono numericamente davvero insignificanti) nè fare altro che autocontrollarsi quandole avverte.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Vorrei chiedervi come è possibile che ci siano periodo che non si sentono, e altri che mentre cammino o faccio uno sforzo semplice ci sono! Sono sano, continua a dirmelo la mia cardiologa ma mi preoccupano. Sembra sempre che il cuore si fermi e smetto di respirare, quindi si pensa subito al peggio..

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibile perchè è così che si comportano le extrasistoli. Comprendo le sue paure, ma la paura non è sempre giustificata e spesso non aiuta. Si tranquillizzi o vivrà male e senza un motivo valido.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio, dato che sto studiando all'estero un po mi preoccupano in quanto non ho le sicurezze di casa. Vi ringrazio
[#5] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Voglio solo farle un ultima domanda, essendo in un paese straniero ma sempre comunitario e non ho il medico di base disponibile vorrei chiederle se le extrasistole possono aumentare con orari "sballati" di riposo, magari ridotti ? La sensazione orribile di sentirle quando parlo mi fa paura, tant'è che penso ad un attacco imminente al cuore o alla morte. So che è noto che sia correlata ad ansia, che seppur non patologica e sporadica ora che sono "da solo" mi fa un po piu paura. Ho come la sensazione che siano piu forti come intensità. Ho contatto il mio curante e anche lui mi dice che devo solo mantenere piu la calma e controllare stati ansiosi
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Concordo con il suo medico curante. Forse il suo problema è che è solo e lontano, ma non per questo deve "prendersela" con il suo cuore.....
Saluti
[#7] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Ha proprio ragione sicurmente è per la lontananza...

La ringrazio ancora
[#8] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi se la disturbo nuovamente, ma mi sembrava inopportuno aprire un nuovo post. Dopo la visita di controllo per l'idoneità sportiva a thai boxe il medico mi ha detto che se ho extrasist durante l'allenamento di fermarmi. Adesso vivo nel terrore che possano portare ad una morte o qualcosa di grave e non riesco a trovare la serenità e concentrazione durante l'allenamento. Se le sentissi, anche piu di una, è normale? sono pericolose in questo caso?
[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi, anche se mi ricontatta dopo tanti mesi, Le rispondo ugualmente.....
Non sono le extrasistoli, pericolose, ma lei francamente se la va a cercare...
E' il tipo di sport pericoloso (la Thai Boxe) perchè predispone a traumi potenzialmente pericolosi anche per il cuore (per colpi al torace)...
cordialità