Utente 289XXX
Salve,

il mio compagno, sottoposto a biopsia il 18 novembre è stato immediatamente operato per sospetto seminoma al testicolo sinistro.

L'esame istologico ha successivamente confermato i sospetti iniziali: seminoma T1 di 0.7 mm. La successiva tac ha evidenziato che i linfonodi erano nei limiti e in accordo con urologo e oncologo gli è stato prescritto di effettuare d'ora in avantii dei controlli peridici, è stata esclusa la radioterapia.

Gli è stato in oltre prescritto di effettuare uno spermiogramma per appurare l'indice di fertilità. Quest'ultimo ha dato questi risultati:

Aspetto: Chiaro
Liquefazione: fisiologica
Viscosità: normale
Ph 7.0
Concentrazione Spermatozoi 11.0 10*6/mL
Spermatozoi nell'eiaculato 33.0 10*6/mL

Volume 3.0 m/l
a) Progressione rapida 10 %
b) Progressione lenta 4 %
c) Non progressiva 1 %
d) Immobili 85 %

Agglutinazione Assente
Agglutinazione tipo Assente

1) Normali 13 %
2) Anomalie della testa 63 %
3) Anomalie collo o intermedio 10 %
4) Anomalie della coda 12 %
5) Appendici citoplasmatiche 2 %

Leucociti Assenti
Cellule linea germinativa 0.1 10*6/mL
Emazie Assenti


alla luce di questi risultati, che sembrano tutt'altro che confortanti, i miei questiti sono:

1) si tratta di una infertilità grave e non risolvibile?avrà mai dei figli naturali?

2) è possibile che l'intervento l'abbia compromessa, o meglio, è normale che i medici non ci avessero informato preventivamente circa la possibilità di conservare il seme in vista di una possibile alterazione della fertilità se l'orchiectomia fosse stata necessaria (come poi si è rivelato)?

Vi ringrazio anticipatamente.
Marta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Forse c'è un piccolo errore nella sua descrizione: le dimensioni sono di 0.7 cm e non mm penso.
Lo spermiogramma è in effetti alterato, ma devo dirle che il tumore testicolare colpisce prevalentemente la popolazione infertile o con ridotta fertilità e quindi lo spermiogramma alterato possiamo dire che sia "la regola" prima dell'asportazione del testicolo. A volte è il tumore stesso che provoca, per l'alterazione dell'equilibrio ormonale locale, una alterazione della produzione spermatica e la rimozione del tumore , ristabilisce la normalità.
In ogni caso è vero che prima dell'orchiectomia è consigliabile la crioconservazione, ma qui possiamo dire che non era indispensabile e per quanto appena detto non è stata certo questa la causa dello spermiogramma alterato.
Non dovendo fare nè chemioterapia nè radioterapia lo spermiogramma teoricamente non c'è nessun rischio di peggioramento dello spermiogramma.
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Dr Castiglioni,

Ha pienamente ragione, le dimensioni erano di 0.7 cm, mi scuso.
La ringrazio per la veloce e chiara risposta, in attesa di una visita andrologica, si tratta di un alterazione grave?
Se ho ben capito, nel caso in cui l'equilibrio ormonale sia stato alterato esclusivamente dal tumore è possibile che effettivamente tutto torni nella norma o sono comunque necessarie delle cure ormonali?

Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
La norma quando si parla di spermiogramma è un concetto molto relativo. Le ripeto può darsi cge la subfertilità abbia costituito il fattore predisponente, ma non escludo che lo sperma possa migliorare. Escludo invece la necessità di una terapia ormonale
[#4] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio ancora per la disponibilità.