Utente 289XXX
Salve a tutti,l'altra settimana vedendo i miei usare quella macchinetta per la pressione cosi per curiosità me la sono voluta misurare anche io,ed ecco da li la preoccupazione: la pressione piuttosto normale un pò alta la massima mi sembra tipo l'ultima volta che l'ho misurata sia stata di 74 - 135 una cosa così
BATTITI 100
Da quella sera preoccupazione tanto è vero sono uscito dopo cena tornato a casa vero anche che mi ero fatto un discreto pezzo a piedi di piu di un km le pulsazioni erano 115
la mattina dopo appena sveglio erano 72 (pulsazioni) il pomeriggio 87 - 90
Sta di fatto che ora da quando mi alzo senza quel apparecchietto comincio a toccarmi per sentire i battiti e molte volte sono accellerati è vero anche che fumo e fino a 3 o 4 giorni fa non mi regolavo con le sigaretta,mangio anche parecchio e sopratutto cose poco sane insomma faccio la vita di un ventenne che non si preoccupa troppo come un ottantenne.
Anche perchè ho gia avuto problemi che riguardavano sta fobia del cuore ma pian piano non ne sono mai uscito del tutto ma li avevo parzialmente superati.Mo co sta cosa non è che per la paura mi rinchiudo dentro casa però sono ossessionato,ho pure ricominciato ad andare a correre e li diciamo che per fare 2km ho sofferto mi sono aiutato con cammino e respirazione ma per essere un individuo fermo da 5 mesi (vita sedentaria) me la sono cavata discretamente.Ora cosa faccio mia madre dice che sono nervoso e che devo star tranquillo,ma immagino che voi già sappiate che per me nn sia cosi.quindi la domanda è mi devo preoccupare per questi battiti alterati e quindi richiedere una visita,oppure magari nn pensarci e sperare che mi passi perchè magari è solo uno stato di ansia?Grazie in anticipo!(è da piu di un anno che ho dolori al torace che quando mi tocco sul punto mi si alleviano)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sul superamento della fobia "del cuore ammalato" nutro qualche perplessità....francamente da come descrive le cose non mi sembra che l'abbia pienamente superata. Per il resto mi sembra che lei stia facendo giusto l'opposto di quello che dovrebbe fare un ventenne: ossia preoccuparsi di avere uno stile di vita sano e corretto....se poi vule arrivarci ad ottantanni....differentemente...Sappi però che di bacchette magiche non ne esistono e se vuole guarire dalla sua fobia deve fare prevenzione...solo così potrà essere "in pace con se stesso" e probabilmente guarirà anche dalla paura di essere ammalato di cuore....
cordialità
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Ma la paura che mi sorge ultimamente è normale che io abbia questi battiti "accellerati"?
[#3] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Poi non ho capito se per prevenzione intende di andare da uno psicologo cosa che non so perchè ma ne ho il rifiuto la vedo come una sconfitta oppure prevenzione con visite al cuore da un cardiologo specializzato? Premetto che meno di un anno fa sono stato 3 volte al pronto soccorso
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cerchi di capire, credo che ce la può fare.....
Mi riferisco a cambiare lo stile di vita evitando di perpetuare i fattori di rischio cardiovascolare (smettere di fumare, mangiare in minori quantità e sano, evitare gli alcoolici etc etc) ....
Per i battiti accelerati rientrano nel contesto della nevrosi d'ansia...ma se proprio vuole tranquillizzarsi (e solo ai fini di questo obiettivo) può eseguire un Holter ECG.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio! Cordiali saluti!Cercherò di migliorare il mio stile di vita ma non solo per la mia ipocondria ma anche per me stesso!