Utente 151XXX
Gent.mi Dottori,
in data 25 gennaio ho effettuato un intervento di legatura elastica di emorroidi. Sembra essere andato tutto bene. Ho eseguito il controllo lunedì scorso (10 giorni dopo l'intervento), il chirurgo mi ha detto che sta andando bene e che una legatura è ancora presente ed in fase di necrosi.

Purtroppo dopo il controllo eseguito con esplorazione rettale via anoscopio; post visita e dopo ogni evacuazione (ormai da 2 giorni), sento abbastanza dolore. Tanto da non poter stare seduto (dolore più acuto) ed in piedi (dolore più lieve). Per calmarlo devo ricorrere alla Tachipirina, prendendo una compressa in effetti sto molto meglio.

E' possibile che l'esplorazione/anoscopio abbia irritato la parte che si stava ricostruendo post legatura?
A parte usare la Tachipirina, io già prima per le emorroidi usavo le supposte di CICATRIDINA. Essendo acido ialuronico ed aloe, penso potrebbe aiutare a tonificare e sfiammare la parte.
Però non vorrei peggiorare la situazione ed è per questo che chiedo consiglio. Essendo presente una legatura ancora (lunedì c'era) oggi non saprei ovviamente, la supposta di Cicatridina potrebbe creare problemi? Oppure è possibile usarla in queste circostanze? Nel bugiardino ho letto che è indicata nei processi riparativi del canale ano-rettale dopo chirurgia proctologica.

Vi ringrazio molto per la vostra disponibilità e cortesia. Buon lavoro.
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, non abbia paura, segua le prescrizioni del curante e se dovesse persistere la sintomatologia si faccia ricontrollare, al momento non sembrano esserci particolari problemi, quindi se pur innocui eviti altri medicamenti.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Capisco e la ringrazio per il consiglio Dr. Sforza.
In effetti anche io non vorrei abusare di medicamenti vari, però (ed immagino lo sappia) è davvero molto fastidioso il dolore post evacuazione.
In realtà non ho nessuna prescrizione dal mio curante, se non la Tachipirina che mi è stata consigliata nelle 24/48 ore post intervento (fatto 10 giorni fa), la sto prendendo di mia sponte per alleviare questo fastidio/bruciore che sento da 2 giorni, post controllo medico, dopo essere andato in bagno. Non mi piace molto abusare di medicinali come antidolorifici, però ho dovuto cedere...

Pensavo che la Cicatridina potesse aiutarmi, ma se mi dice che è meglio non usare altro, farò così...resisterò!

La ringrazio molto per la sua disponibilità e cortesia.
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla ed eviti di andare stitico con una adeguata dieta ricca di fibre ed acqua.
Saluti.
[#4] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Fortunatamente non ho mai avuto problemi di stitichezza, però in ogni caso sto seguendo una dieta ricca di fibre e bevo 1.5/2Lt di acqua al giorno.
Il dolore però, son sincero, è davvero forte...non mi permette di stare seduto. Da quello che sento è al livello dello sfintere.
E' possibile che l'anoscopio usato nel controllo possa aver compromesso un pò la parte? sento un dolore come di bruciore/indolensimento della parte. Se faccio un lieve "massaggio" rettale migliora molto, ma dopo un pò torno a sentire fastidio. Se sto sdraiato non ho fastidi, quando sono in piedi lo sento leggermente.

Oggi ho provato a non prendere nulla, ma non le nascondo che sono davvero sofferente. Ovviamente il tutto si è fatto sentire da stamattina dopo l'evacuazione. Non saprei davvero cosa fare e soprattutto come risolvere... Pensavo di prendere un antidolorifico un pò più forte rispetto alla Tachipirina compresse...

La ringrazio per l'attenzione e per il supporto!
Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, si faccia rivedere dal proctologo, oltre che per escludere una cattiva guarigione, una eventuale ragade anale misconosciuta. L'anoscopio non crea solitamente irritazioni che cagionano dolore per tanto tempo.
Saluti.
[#6] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Farò senza dubbio così. Ho già preso appuntamento, proprio per scongiurare qualsia complicanza e capire se si tratta di ragade o ulteriori emorroidi non trattate.

Grazie davvero molto per i suoi consigli e per il suo tempo.
Saluti.
[#7] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla ed in bocca al lupo.