Utente 287XXX
Buonasera mi chiamo mauro ho 35 anni e ringrazio in anticipo un eventuale risposta, ho da giorni doloretti al torace fitte leggere prima a destra poi a sinistra e domenica sera la fitta è diventata fissa sul lato sinistro sopra il capezzolo. sono andato di corsa all'ospedale e mi hanno tenuto per una notte sotto osservazione facendomi 2 analisi del sangue 2 elettrocardiogramma e una lastra toracica 1° ecg ritmo sinusale tachicardico 110 bpm conduzione nei limiti non anomalie specifiche nel recupero ventricolare 2° ecg dopo 4 ore ritmo sinusale 78 bpm PR 0,20 stacco alto st/t a concavità superiore in V3-V6
RX torace referto non addensamenti flogistici parenchimali in atto. Accentuazione del disegno interstiziale in sede peri-ilare. non versamenti pleurici. immagine cardiaca nei limiti dimensionali. esame troponina <0,03 in tutte e due le sessioni del sangue e analisi pressochè perfette. sono entrato con parametri vitali 157/112 120 battiti uscito con 145/90 95 battiti. cute asciutta normale al tatto torace: buona penetrazione d'aria. MV conservato non rumori aggiunti ACR tachicardia Addome trattabile non dolente o dolorabile. ma io continuo ad avere questi dolori oggi sono focalizzati a metà costole di sinistra e fa male anche la schiena prima verso i reni poi sopra poi ai lati un dolore che dura un pò poi si affievolisce e poi ricomincia a volte mi leva il fiato, è vero sono un ragazzo molto ansioso e fifone ho sofferto di stress ha 22 anni ora ne ho 35 ma sinceramente sto cominciando a preoccuparmi.Ho anche problemi di stomaco a volte diarrea a volte aerofagia e dolori basso ventre e nausea. Il mio dottore mi ha detto di stare calmo di non preoccuparmi e visto che per tre giorni di seguito la pressione era di media 150/95 mi ha prescritto per 10 giorni lo zopranol poi torno a visitarmi e vediamo cosa fare.
Sono molto preoccupato, può essere che lo stress e l'ansia provochi tutto ciò? so che non potete dare diagnosi sarebbe impossibile ma qualsiasi consiglio anche su esami da fare sarebbe ben accetto. Grazie ancora e saluti
Dimenticavo di dire che purtroppo fumo e sto cercando almeno di diminuire gradualmente questo maledetto vizio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi sintomi francamente sembrerebbero di mera natura ansiogena, comunque per sua sicurezza e soprattutto per riportarle la giusta tranquillità potrebbe effettuare un ecocardiogramma. Ne parli oviamente con il suo curante.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
I disturbi che riferisce sono poco compatibili con una origine cardiaca, del resto le indagini che ha eseguitosono risultate negative (tranne quel discorso sull' ST che è di difficile interpretazione e comunque non legato ad un problema coronarico). La sola cosa che mi lascia perplesso è che lei non riporta di aver eseguito un ecocardiogramma. Se è così le consiglio di farlo al più presto. Per quanto riguarda "il vizio" del quale parla, si tratta forse del fumo di sigaretta ? se così è ovviamente sa che deve assolutamente smettere.
Cordialità