Utente 255XXX
Gentili dottori,
Oggi mi sono sottoposto ad un ecografia testicolare. Il principale motivo dell'ecografia era per un dolore al testicolo sx. La dottoressa mi ha subito rilasciato il referto e mi ha consigliato di farmi vedere da un urologo e di rifare l'ecografia tra un mese. Il referto, omettendo tutta la parte del didimo sx che è "perfetto" trascrivo quella del didimo dx. Didimo dx di dimensioni ridotte e caratterizzato da una eco struttura disomogenea; concomitano alcune minute focalita'( d.m. 4mm) ipoecogene per le quali si ritiene utile uno stretto follow up eco grafico in assenza di una precedente segnalazione. Di più piccole dimensioni anche l'epididimo. Al campionamento ecocolordoppler regolare la loro vascolarizzazione.
Da piccolo sono stato operato per un testicolo ritenuto e per questo le dimensioni del didimo sono ridotte rispetto all'altro. L'ecografia di due anni fa riportava che il testicolo dx era di volume ridotto con eco struttura regolare e senza lesioni focali.
Venerdì ho appuntamento dal mio urologo. Oggi ho chiamato il mio medico di base che non mi ha voluto dire che cosa potrei avere prima del consulto dell'urologo.
Di cosa potrebbe trattasi? Quando al mio medico di base ho chiesto se potrebbe essere un principio di tumore non mi ha risposto.
Cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che un testicolo ritenuto preventivamente operato andrebbe controllato periodicamente, infatti lo stesso testicolo è ritenuto più "sensibile" e quindi più facilmente vulnerabile rispetto a quello sano. Il testicolo sn potrebbe essere dolorabile per problematiche infiammatorie/infettive che andrebbero valutate direttamente dallo specialista.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si allarmi prima del tempo ed in modo non razionale.

Le cose rilevate all'ecografia non sembrano lesioni specifiche ma sono situazioni "ecografiche" che devono essere monitorate con il suo urologo e sempre ecograficamente nel tempo, vista anche la storia di ritenzione testicolare da lei indicata.

Se desidera poi ancora altre notizie più dettagliate su tali problemi di natura andrologica, che interessano i giovani uomini, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori,
Oggi ho fatto la visita dal mio urologo che è anche specializzato in oncologia e andrologia. Mi opera per un varicocele di secondo grado a breve e ne approfitterà per farmi un esame con il contrasto(?!?). Poi mi ha prescritto di fare lunedì i marcatori tumorali beta hcg e alfafetoproteina e uno spermiogramma. Secondo lui non è un tumore ma un postumo dell'intervento che da bambino ho subito al testicolo che era ritenuto. Però dagli esami post operatori queste macchie non c'erano! Il medico inoltre mi ha detto che il testicolo non si tocca se non ha la certezza al 100% che si tratta di un tumore. Io sinceramente lo toglierei piuttosto che vivere con l'angoscia di continuare a fare ecografie per vedere se è un tumore.
Qualche parere? Condividete le scelte del mio medico? Come si fa lo spermiogramma? Quanti giorni di astinenza? L'ospedale di Lecco ( non quello di dove è primario il mio medico) rispetta le norme che voi medici raccomandate vivamente?
Cordialità
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
per l'esame seminale servono dai tre ai cinque giorni di astinenza e deve essere eseguito secondo i criteri WHO 2010, quindi segua il consiglio dello specialista e dopo gli esami ci faccia sapere.

Cordialità
[#5] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Settimana scorsa ho assunto ciprofloxacina per 6 giorni in particolare due volte al giorno una pastiglia da 500. Può interferire con i marcatori tumorali e lo spermiogramma? Vicino a casa mia ci sono due centri che eseguono lo spermiogramma. In uno il "prelievo" avviene in loco e nell'altro lo dovrei consegnare entro 60 minuti. Io abito a circa 20 minuti. È decisamente più attendibile quello in loco o va bene anche se il campione lo consegno entro 20/30 minuti?
Grazie
Cordialità
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'antibiotico indicato non interferisce con i marcatori tumorali ma può darci dei risultati falsati per quanto riguarda lo spermiogramma.

Sul laboratorio credo che la miglior attendibilità dovremmo aspettarcela nel laboratorio in cui il "prelievo" avviene in loco.

Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se il prelievo viene fatto in loco è certamente meglio ma quello che conta è che l'esame sia eseguito secondo i criteri WHO 2010.

Ancora cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 255XXX

Iscritto dal 2012
Gentili dottori, rieccomi dopo tre mesi,
sono stato subito operato di varicocele sx di secondo grado. L'intervento è andato alla perfezione e ho recuperato pienamente. I marcaturi tumorali erano tutti negativi. Nessun medico si è pronunciato sulle lesioni focali, tranne che devo fare un'ecografia di controllo lunedì prossimo.
Prima dell'intervento dovevo fare lo spermiogramma ma non ho avuto il tempo siccome dopo 7 giorni dalla visita con l'urologo sono stato operato. Il 14 maggio ho fatto lo spermiogramma. La dottoressa che mi ha seguito nello svolgere lo spermiogramma mi ha ammonito che era troppo presto per fare l'esame e che sicuramente sarebbe stato necessario rifarlo considerato il poco tempo passato dall'intervento e tutti i farmaci che ho preso.
L'esito dell'esame è il seguente:
Esame chimico:
Metodo di raccolta: masturbazione
Astinenza 5 gg
Motivo esame: varicolese sx post intervento
Coagulo: presente (vn presente)
Fluidificazione completa entro: 35' (vn entro 60')
pH: 8,0 (vn 8)

Volume 3,5 ml (vn 1.5-6.0)
Viscosità: Normale
Colore: perlaceo
Odore: sui generis
Conteggio degli elementi cellulari
Nemaspermi : 50,6 (vn 20-250 per ml)
cellule rotonde %: 4
leucociti %: 5
Altri dati: nulla
variazione della mobilità degli spermatozoi nel tempo:
spermazioi mobili:
dopo 60' tot %: 60
dopo 120' tot % 60
motilità progressiva
vivaci % 60 (dopo 60')
lenta % 22(dopo 60')
vivace 60% ( dopo 120')
lenta 20% (dopo 120')
motilità in situ
vivace 10 % (dopo 60')
debole 8 % (dopo 60')
vivace 12% (dopo 120')
debole 8 % (dopo 120')
Agglutinazioni seconda ora: ASSENTI
test di penetrazione - potenziale di penetrazione : NORMALE
Swelling TEST - spermatozoi swollen % 70 (vn maggiore di 65%)
Esami biochimici
Fruttosio 211 (vn 120-500 mg/l)
acido citrico 3.8 (vn 2-6 g/l)
Test di vitalità
Spermatozoi immobili non colorati %:
Spermatozoi immobili colorati %:
Esame mosfologico su striscio colorato:
Spermatozoi normali totali 7%
teste regolari 6%
teste con microvacuoli 1%
Varianti fisiolociche totali 32%
Irregolarità testa 21% midpiece 7 %
entrambi 4%
Spermatozoi Abnormi tot 61%
testa 33 % midpiece 12%
entrambi 16%
Valutazioni ABNORME e TERATOZOOSPERMIA LIEVE

Il mio medico di base mi ha detto di ripeterlo tra un mese e poi andare dall'urologo che mi segue. Non si è espresso perchè mi ha detto che non è un medico specializzato in questo. Però secondo lui non è catastrofico considerato che sono stato operato da poco, mi sono riempito di farmaci e ho subito un varicocele e un intervento di orchidopessi a 16 anni.
A me terrorizza un pò l'aspetto morfologico.
Un vostro commento sul mio spermiogramma? posso dormire tranquillo o mi devo mobilitare urgentemente?
Cordialità
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
secondo i criteri WHO 2010 l'esame da lei presentato è normospermico e comunque è sempre necessario aspettare almeno tre mesi dall'intervento di varicocele e un mese dalla terapia antibiotica prima di effettuare l'esame.

Cordialità