Utente 289XXX
Buonasera. Ho cercato un topic simile ma non l'ho trovato.
Soffro di un disturbo da qualche mese che ora proverò a spiegare:
nov 2012: ho inziato ad avvertire dolore al testicolo destro e/o zona limitrofa (non riuscivo bene a localizzare il dolore) apparentemente dopo aver fatto degli esercizi in palestra. Per la prima settimana non mi preoccupo. La sett dopo fastidio non passa. E' spesso presente, ad esempio se sono seduto, quando guido. In piedi ogni tanto vengo colpito da fitte della durata di un secondo. Il dolore va e viene: due giorni sì, uno no, 3 sì, 2 no e così via. A casa effettuo l'autopalpazione con apparente esito negativo. Ho però notato una cosa: il testicolo destro cambia di sede. Mi spiego meglio, il testicolo normalmente è nelle sede giusta ma se fa freddo arretra verso la pancia (il sinistro non si muove). Ho notato che questo succede anche durante i rapporti sessuali: il testicolo risulta rialzato rispetto al destro, in quanche circorcostanza arretra fino a sparire all'interno della pancia (facendo una piccola pressione con il dito ritorna in sede). Preoccupato "faccio delle prove allo specchio": noto che in fase di eiaculazione il testicolo tende a "girarsi" e a rientrare verso l'interno del corpo. Il sinistro non si muove. Vado dal medico di base: spiego il tutto e dopo una visita midice che non ho nulla e che forse si tratta solo di un principio di ernia inguinale. Alla data attuale il dolore inziale che mi ha colpito (+ che dolore, fastidio, sensazione di nausea) non c'è quasi più..., Sento il fastidio solo dopo le eiaculazioni (anche il gg dopo), tipo una sensazione di nausea (per intenderci come quando accidentalmente ci si fa male ai testicoli..la sensazioni successive). Il testicolo continua ad arretrare con il freddo e con le erezioni... Sono un pò preccupato. Riuscite a dirmi qualcosa? Mille grazie a tutti coloro che mi daranno una mano.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il riflesso muscolare cremasterico,comporta la risalita temporanea del testicolo in corso di particolari condizioni,erezione,coito,freddo,stasione assisa prolungata,stress etc..Analogamente,può essere ipotizzato un risentimanto pubalgico e/o erniario,come confermato dal medico di famiglia.A questo punto,consulterei un andrologo esperto per porre una diagnosi rigorosa.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
grazie mille par l'interessamento. Andrò quanto prima dal medico di base per l'impegnativa. Quello che le volevo chiedere è: siccome sono un pò ipocondriaco... posso stare abbastanza tranquillo oppure devo fare le cose in fretta? Potrei essere operato?
Grazie ancora e buona serata
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non credo che la sintomatologia richieda una terapia chirurgica ma,come è ovvio,solo chi avrà il privilegio di visitarLa potrà essere oggettivamente efficace.Cordialità.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

come già spiegato il testicolo destro ed il funicolo sono avvolti da fasci muscolari, il cremastere, che hanno lo scopo di consentire al testicolo di collocarsi nella posizione migliore nello scroto al fine di stare ad un atemperatura di un paio di gradi inferiore a quella adddominale che potrebbe bloccare la spermatogenesi.
Quasi sempre il testicolo è ancorato al fondo scrotale dal gubernaculum testis ( come una barca fissata alle bitte del porto con una corda per evitare che se ne vadano da sole..) qualche persona non ha tale fissazione ed allora il testicolo tende a risalire in occasione di certe posizioni, contrazioni muscolari, attività sessuale. paure. Al masssimo un adulto con le dita della mano corrispondente può far scendere il testicolo nella sacca scrotale risolvendo il problema. Io sono contrario ad interventi chirurgici di fissazione, altri andrologi sono molto "aggressivi" e lo propongono
cari saluti