Utente 872XXX
Buongiorno,
scrivo per mia madre, 60 anni.Dopo una colecistectomia le è stata diagnosticata una neoformazione alla papilla di Vater.
Dopo molte visite e consulti, a ottobre ha subito una duodenocefalopancreasectomia in particolare DCP con anastomosi pancreaticogastrica + linfectomia + digiunostomia.
L'intervento è riuscito ma nel postoperatorio è insorta l'iperipessia e un ritardo nello svuotamento gastrico ed è stato necessario mantenere il SNG e un SND.
La visita dall'oncologo non ha evidenziato la necessità di radio o chemioterapia.
Il problema è che pochi giorni fa, spalmando la pomata sulla cicatrice, ha sentito un gonfiore nella parte più alta del taglio.Non è dolente e da coricata si avverte meno.
Il chirurgo che l'ha operata dice che è una posizione inusuale per una tumefazione e che per capire meglio la sottoporrà a una TAC a fine mese.
Dalle informazioni che sono riuscita a reperire in un articolo pubblicato sul Vostro sito, penso si possa trattare di laparocele.
I fattori di formazione del laparocele corrispondono:
aumento della pressione endo-addominale (ha avuto molti episodi di vomito), diabete (soffre di glicemia alta a digiuno e prende 2 cpr di Metformina 500 mg al dì), è stata sottoposta a digiunostomia, ha 60 anni ed è in sovrappeso.
E' già in programma un intervento x ridurre un'ernia inguinale e il dottore dice che in caso potrebbe riaprire anche la vecchia ferita per sistemare anche questo problema (in anestesia generale).
Non nego che sono preoccupata.In un anno mia madre ha subito molti interventi, coleciste, sostituzione di svariati stent biliari, biopsie e laduodenocefalopancreasectomia.
Quest'ultima "ernia" è arrivata come un fulmine a ciel sereno, quando credevamo che questo incubo fosse finito.
Secondo Voi sbaglio a pensare si tratti di laparocele?Spero possiate aiutarmi.
Vi ringrazio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Probabilmente è un laparocele.
Bisogna prendere in considerazione anche la possibilità, che in tale sede, la fascia muscolare ha ceduto, ma non si è interrotta ed si è verificato un "assottigliamento" dei muscoli.
In questo caso la tumefazione non è un laparocele , ma il risultato di un cedimanto della parete con diastasi della muscolatura.
Una ecografia della parete sarà più che sufficiente a chiarire le caratteristiche della parete addominale ed l'eventuale contenuto della tumafazione.
[#2] dopo  
Utente 872XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto Dott. D'Oriano.
Faremo un'ecografia al più presto.
Cordiali saluti.