Utente 219XXX
Ho 43 anni, nessuna patologia grave in atto, a parte dei fastidi al petto e palpitazioni di tanto in tanto, dovute probabilmente allo stress della vita quotidiana. Non posso però non tener conto del mio tenore di vita (sedentario, 90 kg.X1,73 h., fumatore) ne dell’ereditarietà genitoriale (padre cardiopatico, ha subito un angioplastica, la sostituzione delle 2 valvole del cuore e portatore di pacemaker). Vorrei effettuare degli esami approfonditi che mi diano certezza sullo stato di salute del mio apparato cardiocircolatorio. Effettuo di norma un analisi del sangue completa dove gli unici valori nei limiti alti sono colesterolo e trigliceridi, che si abbassano nel momento in cui perdo peso a regime di dieta. Effettuo almeno una visita cardiologica all'anno, che consiste in un elettrocardiogramma ed ecocardiogramma, dalle quali non risulta nulla se non un leggero soffio al cuore. I valori della pressione sono perfetti. Se volessi escludere qualsiasi problema o monitorare a scopo preventivo il mio stato basterebbe una prova di sforzo a conclamare il mio stato di salute sull’apparato cardiocircolatorio, oppure come qualcuno mi ha consigliato (non medici) esame della carotide od altro?
Ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
gli esami che ha menzionato possono essere in qualche modo predittivi di problemi maggiori come l'ischemia cardiaca (infarto) e di problemi arteriosclerotici e sue conseguenza (ictus)
Vista la sua stazza e le sue abitudini (fumo, alimentazione etc...) mi pare una buona idea fare questi accertamenti supplementari
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio per la risposta. Essendo di Roma dovrò cercare qualche altro ospedale per gli accertamenti che lei mi ha consigliato.