Utente 290XXX
Gent.mi Dottori,
da circa un mese soffro di dolori (delle fitte fastidiose ma sopportabili) sotto l'ultima costola sinistra. Per la posizione a volte mi sembra sia lo stomaco, altre l'intestino (raramente il dolore si estende alla parte destra e a quella iferiore dell'addome) e altre ancora le costole (perché talvolta interessa anche la parte più esterna e quella superiore). Ho provveduto a fare un'ecografia dalla quale emerge che Intestino, fegato, rene e ovaie sono regolari (mi è stata solo trovata una milza accessoria e meteorismo).Il medico mi ha detto che probabilmente si tratta di colite, ho anche mangiato in maniera molto sana e pulita e fatto due diverse cure con mylicon gas, codex, debridat, levopraid e lansoprazolo ma senza riscontrare alcun beneficio. Abbiamo deciso di fare l'esame delle feci, il sangue occulto è assente e tutti i valori mi sembrano nella norma, ad attirare la mia attenzione sono tre valori: Acidi grassi (alcuni) Acidi neutri (alcuni) Biline (presenti)... da una breve ricerca on line ho letto che i primi due valori (il terzo non ho capito cosa sia) dovrebbero essere assenti e che questi sono alterati in caso di pancreatite. La mia domanda è: le fitte potrebbero essere dovute ad un problema al pancreas e non all'intestino come mi è stato detto? Cosa posso fare per averne la certezza? Ovviamente Lunedì tornerò dal medico e ho anche fissato una visita dal gastroenterologo ma per ora sono molto preoccupata perché credo che se fosse stata colite l'alimentazione più che sana che ho da circa venti giorni avrebbe dovuto risolvere il problema. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la pancreatite si manifesta con sintomi acuti ed eclatanti che non sembrerebbero rapportabili a quanto riferito. Ritengo che un esame clinico attento potrebbe fornire elementi obiettivi che, unitamente agli accertamenti già eseguiti, potrebbe quanto meno indirizzare verso un qualche sospetto diagnostico.
[#2] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Gent. Dott. Piscitelli,

La ringrazio per la celere e rassicurante risposta.