Utente 206XXX
Salve,sono un uomo di 37anni,sono obeso e fortemente ansioso.
Dal novembre 2011 sono in cura con reaptan 10/10 per una ipertensione essenziale e curo una ipotiroidite con eutirox 50micro.
In passato ho già avuto delle extrasistole che però dopo qualche giorno sono sparite da sole e grazie all'aiuto di qualche goccia in più di Xanax (15 gcc/giorno).
A metà settembre sono stato dall'endocrinologa che ha ritenuto opportuno aumentare l'eutirox a 75 micro e dopo una settimana dall'assunzione di una pillola da 75 al mattino ho iniziato ad accusare forti extrasistole durante tutto il giorno e in particolar modo al mattino e alla sera.Sotto consiglio del mio cardiologo ho ridotto di nuovo l'eutirox portandolo a 50,ma da inizio ottobre finora le extrasistole si sono solo "depotenziate" grazie anche all'assunzione di mezza pastiglia di inderal 40mg al mattino e mezza alla sera.
Tuttora avverto delle extrasistole ma il mio cardiologo sostiene che siano di natura psicologica,o addirittura siano solo delle sensazioni, e che di organico non c'è nulla visto che l'ultima visita con ecg l'ho fatta qualche mese fa ed era tutto ok.
Ho eseguito un holter cardiaco che ha avuto il seguente esito:
ritmo costantemente sinusale,AV nei limiti
rara extrasistolia ventricolare singola,monomorfa
non aritmia ipercinetiche sopraventricolari
non pause significative.

Il mio cardiologo mi ha sostituito da qualche giorno l'inderal con congescor 2.5 mg.
Lei cosa ne pensa dell'esito dell'esame e della cura?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi anche se non posso sostituirmi al suo cardiologo l'unica cosa che mi sento di sottolineare è che le extrasistoli ventricolari non sono direttamente correlabili con l'ipertiroidismo (se di ipertiroidismo si tratta) o con la terapia farmacologica per la tiroide....pertanto è più probabile che la riduzione sia dipesa dalla terapia betabloccante più che non per la riduzione dell'Eutirox. Per quest'ultimo aspetto ritengo invece che occorra tener conto delle indicazioni dell'endocrinologo riguardo il dosaggio. Se a 75 mg si sono manifestate delle extrasistoli sopraventricolari (e non ventricolari) allora questo può essere dipeso dal farmaco, ma è un effetto trascurabile rispetto ai vantaggi che si possono ottenere con una terapia adeguata per la tiroide.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille della risposta e dei consigli che essa contiene,volevo però sapere cosa ne pensa dell'esito dell'holter?c'è qualcosa da approfondire?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi proprio di no...i risultati dell'Holter sono tranquillizzanti
Saluti
[#4] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
ok,grazie di cuore :D