Utente 463XXX
Buongiorno.
In seguito a forte stress, con sindrome depressiva, ho avuto difficoltà erettive.
Il medico di base, dopo aver fatto tutte le analisi e non aver riscontrato niente di anomalo, mi ha prescritto di "provare" il nuovo Cialis once a Day da 5 mg, da assumere solo due volte la settimana.
Io invece ho seguito le istruzioni, e l'ho assunto ogni giorno, per circa una settimana.
In quel periodo i risultati sono stati molto altalenanti : da erezioni "storiche", al limite dei priapismo con mia moglie a una "cilecca" spaventosa con una ... amica.
Non vorrei che la cilecca con l'amica fosse anche dovuta a motivi psicologici (sensi colpa e simili).
Ho smesso quindi di prendere il Cialis in attesa di un consulto con un andrologo.

Vorrei arrivare alla visita andrologica (programmata tra un mese circa) con qualche elemento in più, quindi vorrei fare un "esperimento", sul quale vi chiedo un parere tecnico.
Ho diverse pastiglie di Cialis 5mg, di quelle che dovrebbero essere utilizzate giornalmente.
Se ne prendessi tre insieme "una tantum" prima di riprovare con l' "amica", potrei ottenere lo stesso effetto di un ipotetico Cialis da 15 mg "classico", o ci possono essere controindicazioni di qualsiasi tipo?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

non si pasticci e, prima di fare inutili sperimentazioni, senta o risenta il diretta il suo andrologo di riferimento.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.




[#2] dopo  


dal 2013
La ringrazio per l'intervento.
Sicuramente ha ragione; avevo già visto gli articoli indicati.
Il problema è che non ho un andrologo di riferimento, e quello che mi è stato consigliato mi ha dato un appuntamento per i primi di marzo...
La mia domanda era solo funzionale a non dover aspettare un mese per poter avere solo una risposta tecnica.
Ho fatto un'approfondita ricerca nello "storico" del sito, e ho trovato questa risposta:
http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/170694-dosaggio_cialis.html
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!
[#4] dopo  


dal 2013
Mi spiace disturbare, ma devo tornare sull'argomento.
Metto in chiaro due punti.

Lo stress iniziale, con seguente sindrome depressiva, era dovuto ai pessimi rapporti con mia moglie, estremamente tesi. Ora siamo in uno stato di "non belligeranza": non affrontiamo i problemi topici, cercando di tirare avanti (da parte mia, per il bene dei figli). Ammetto che sia una situazione incredibile ... ma tant'è!
Pur in questa condizione, ormai più meccanicamente che altro, abbiamo rapporti sessuali. Assolutamente niente di esaltante, più un "dovere" fisico che altro. In questa situazione mi sono accorto ... che non funzionavo. Ho provato a parlarne con mia moglie, ma ho trovato il muro di gomma ("Sono fatti tuoi, io lo faccio per te, possiamo anche smettere, tanto per quello che serve...").
Mi sono rivolto al medico di base, che mi ha fatto tutte le analisi (tutto ok), e mi ha indicato di provare il Cialis 5 mg.
L'ho preso per qualche giorno.

L'amica cui accennavo in precedenza era una escort svizzera (lì la prostituzione è normata, regolata e controllata). Con lei (molto più attraente di mia moglie), cilecca.
Con mia moglie, invece, funzionava pressochè regolarmente.
E dopo ogni rapporto pensavo "Ma chi me l'ha fatto fare?"
Ho smesso di prendere Cialis giornaliero; con la moglie ha continuato a funzionare.

Passate circa due settimane, oggi ho assunto 10 mg di Cialis (2 x 5 mg).
Due ore dopo (il tempo di arrivare lì), altra escort in Svizzera.
Stavolta era una tipa veramente "fuoriserie".
Ecco, altra cilecca!
Dopo dieci minuti di normale erezione ... ha smesso di funzionare!

Ho l'appuntamento con l'urologo (non andrologo) tra due settimane.
Potrà fare qualcosa?
O mi conviene cercarmi direttamente uno psichiatra?

Scusatemi per lo sfogo ...
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da quello che ci scrive, senta pure l'urologo che si spera abbia chiare competenze in campo andrologico, frequenti meno escort, anche se di "fuoriserie", perché quasi mai sono la soluzione a tali problematiche ed incominci, magari con l'aiuto del suo medico di fiducia, a sentire un bravo psicologo.

Ancora cordiali saluti.
[#6] dopo  


dal 2013
Buongiorno dr. Beretta.
La ringrazio di tutto, e mi scusi se disturbo ancora.

La visita urologico/andrologica (la specialista che mi ha visitato ha puntualizzato di essere abilitata in entrambi i campi) non ha dato alcun esito fisico negativo.
Ok anche prostata, ok ecografie varie.
Ho praticamente superato anche l'unico "problema" fisico che si sarebbe potuto ipotizzare : avevo ipercolesterolemia, 278, e un po' di sovrappeso, con BMI oltre 27;
Oggi ho colesterolo totale a 220 (con HDL a 53), e BMI a 25,06.

Quindi, per il DE parrebbe confermarsi l'ipotesi esclusivamente psicologica...

Mi è stata comunque indicata una terapia di supporto : Cialis 5 mg e Idiprost Gold tutti i giorni, per tre mesi. Poi, effettuare analisi per rilevare testosterone e SHBG.

Le chiedo un Suo parere su tale prescrizione.

Metto subito in chiaro che non mi preoccupa l'aspetto "economico" della cura, seppur rilevante : è che, per principio, preferisco evitare l'assunzione di chimica (medicinali o integratori che siano) quando non effettivamente necessaria.

A latere : Viagra 50mg ha funzionato alla grande (non Le racconto la situazione nella quale l'ho sperimentato, se no mi risponde "ti avevo detto smetterla!").
Anche se mi resta il dubbio che il noto farmaco abbia avuto solo un "effetto placebo" ...

La ringrazio ancora.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua attentamente tutte le indicazioni ricevute dallo specialista consultato, sono condivisibili.

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore, a 50 anjni è abbastanza normale avere problemi arteriosi capaci di interferire con una buona erezione. Il cialis da 5 mg è un "piccolo" aiuto magari sufficiente a livello domestico dove un maschio potrebbe avere anche un rapporto "non brillante" senza dover giustificare nulla, ...stasera sono un po' stanco....., forse non ho digerito bene.....ma che "in trasferta" con una giovane escort non si possono accampare scuse di comodo.
La buona risposta con il viagra confermerebbe la mia ipotesi. A 50 anni i farmaci vanno presi a dosaggi pieni, le minidosi hanno altra valenza ed indicazione
Cari saluti
[#9] dopo  


dal 2013
Vi ringrazio per il supporto.

Quindi, seguirò la prescrizione dei tre mesi di CIALIS 5mg e di Idiprost Gold giornalieri... e vediamo che succederà!

Ultima domanda.

Sono in possesso di diverse compresse di Viagra 50 mg e di Levitra 10 mg.
Potrei assumerle in caso di bisogno, in attesa che la terapia giornaliera con il Cialis 5mg faccia stabilmente effetto, o il sovrapporsi dei diversi principi attivi potrebbe essere in qualsiasi modo sconsigliabile?

Grazie ancora per la Vostra disponibilità.
[#10] dopo  


dal 2013
Buongiorno.
Effettuando una ricerca nello storico ho già trovato una risposta:

http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/231939-cialis_one_day_assieme_a_viagra.html

Vi ringrazio ancora.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!