Utente 260XXX
Salve egregi Dottori e Dottoresse
mio padre (60enne) a fine 2011 ha fatto una gastroscopia ma è stato male probabilmente per l'anestesia, i medici dissero che per abbassare il battito che era estremamente accellerato usarono l'electroshock o qualcosa del genere.
Poi si scopri che mio padre aveva un aritmia, con battiti irregolari dovuto a fibrillazione atriale, nel corso del 2012 svenì 2 volte e quindi venne sottoposto all’ablazione.Deve assumere medicinali anticoagulanti e per il ritmo cardiaco.
In seguito subi una gastroscopia e colonscopia senza problemi.
Però ad ottobre ebbe un altro svenimento.
Cadendo urto la spalla e adesso ha una lacerazione di 2.5 cm del tendine sovraspinato, ematoma all'inserzione del tendine del m. sottoscapolare, borsite subacromiale e subdeltoidea con sinovite.
Quindi deve subire un operazione con anestesia totale.
Secondo voi è rischioso per mio padre fare l'operazione?
Cosa potrebbe succedere, potrebbe stare male per l'anestesia ?
E se non si opera rischia di perdere la funzionalità del braccio o c'è qualche possibilità che il tendine guarisca da solo?
Si può fare qualcosa invece che operare?o c'è un modo più sicuro per fare l'operazione ?
Vi ringrazio in anticipo e chiedo scusa per le tante domande
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ovviamente prima dell intervento dovra sospendere la terapia anticoagulante orale.
Non vedo preoccupazione da cio cje mi ha scritto
Arrivederci
Cecchini