Utente 290XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 20 anni e, da circa un mese, ho sospeso l'attività sportiva a causa di una dispnea da sforzo che non accusavo precedentemente. Da circa 3 mesi notavo di avere fame d'aria al minimo sforzo (es.salire le scale della metropolitana) e un mese fa ho accusato gli stessi sintomi, notevolmente amplificati, durante l'allenamento. Sentivo di non riuscire a mandare giù abbastanza aria, come se il mio torace e la mia gola si fossero ristretti. sono stata portata al pronto soccorso due volte e ho effettuato i seguenti esami: analisi del sangue e delle urine, ECG, test cardiopolmonare da sforzo, spirometria, emogas, ecografia alla tiroide e all'addome, tac con contrasto, lastre ai polmoni e al torace, I medici hanno detto che non è stato rilevato nulla di preoccupante, anche a fronte di alcuni valori alterati: d-dimero (553), globuli bianchi (11,02), neutrofili (7,31), PDV (66), PTT ratio (0,76) e TSH (4,78). Aggiungo che non soffro di allergie e che il mio battito a riposo ultimamente è molto più alto del normale. Su consiglio del medico richiederò a breve un consulto alla psichiatra che mi segue da un anno e mezzo (4 anni fa ho sofferto di anoressia nervosa e, successivamente, di bulimia senza condotta di eliminazione, entrambe superate). Mi chiedo: possono i miei sintomi essere imputabili a uno stato d'ansia? Se fossi davvero ansiosa non dovrei presentarli anche a riposo? Gli esami effettuati sono sufficienti ad escludere patologie più gravi? Questa cosa mi sta causando molta preoccupazione e tristezza perchè, oltre ad aver abbandonato la pratica sportiva, sto evitando anche attività normali come portare le buste della spesa o fare una corsetta di pochi metri per raggiungere la fermata dell'autobus.
Vi ringrazio per la cortese attenzione e vi auguro una buona giornata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il rilievo di D dimero elevato, dui dispnea invalidante come lei riferisce, deve spingerre ad escludere un embolia polmonare.
Se questa e' stata esclusa tramite la EGA e la TC toracica, e' molto verosimile che la sua ansia le stia giocando brutti scherzi.
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la celere risposta, aspetto allora il controllo psichiatrico, con un po' di ansia in meno. Buona giornata.
[#3] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Mi scusi, dottore, ma è possibile che gli esami sotto sforzo e la spirometria risultino nella norma per il semplice fatto che mi allenavo molto (circa 15 ore a settimana)? Magari c'è stato un peggioramento, nonostante i valori entrino nei parametri previsti... Mi scuso per l'insistenza, ma questo problema mi rende veramente nervosa, non so più cosa pensare. Non so se sia arrivata prima la dispnea e poi l'ansia o viceversa...