Utente 234XXX
Gentilissimi Dottori,prima di tutto ringrazio tutti i Dr che nei consulti precedenti mi anno risposto. Riassumo brevemente i miei problemi (ottobre 2010 prostatectomia radicale + radioterapia. Iniziato trattamenti orali x DE, senza risultati. In seguito con iniezioni di caverject che continuo tuttora a basso dosaggio 0,9 -1- mcg sempre con erezioni prolungate sino a 2 ore) Dall'ultimo consulto che ci siamo sentiti 1-09 2012 ero al punto di ottenere erezioni con masturbazione, ma senza ad ottenere rapporti con mia moglie,perchè alla penetrazione perdeva consistenza, ed avevo erezioni notturne. Il 20 -09-2012 sono stato a Bologna per visita andrologica .Mi anno prescritto cura per 3 mesi con PEIRONIMEV 1 al di ( per leggera curva al pene) + PRISMA 50 mg 1 al di + TRENTAL 600 mg 1 al di . Dopo circa un mese di cura con questi farmaci , non ho avuto più erezioni notturne , neppure con masturbazione. Il 07 01 2013 ho rifatto controllo specialistico a Bologna, sospensione della cura data in precedenza , consigliato trattamento di ELETROSTIMOLAZIONE DEL PIANO PERINEALE ,per minzione da urgenza e per DE. Programma ( 20 mnt.. tonalità 250 -20 ERZ -6 mnt.. stimolazione 12 mnt.. pausa per 20 gg) (20 mt.. tonalità 250 - 50 ERZ -6 mt..stimolazione 12 mt,, pausa,per 20 gg cadauno.A tuttoggi sono a metà cura , si sono riprese erezioni notturne e niente di più.Chiedo un parere da voi specialisti. Può essere efficace l'eletrostimolazione per DE? Perchè si erano bloccate le erezioni? Ultimamente ho acquistato vacum device con l'intenzione di smettere con le iniezioni per non aggravare la curvatura peniena , ma non è quello che mi aspettavo , si riesce ad ottenere una buona erezione ma non troppo rigida per un rapporto soddisfacente . Chiedo se può essere utile fare esercizi giornalieri per mantenimento dei corpi cavernosi senza fare danni? Nell'attesa di una gradita risposta Cordialmente saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
riassumo quelli che mi sembrano essere i punti cardini della sua situazione.
2010: prostatectomia radicale e successiva radioterapia, non risposta a farmaci per bocca, risposta ad Alprostadil MA placca fibrotica peniena per cui è in trattamento medico. Scarsa soddisfazione con l'uso del Vacuum.
Le mie impressioni (con i limiti di un consulto via web) sono le seguenti:
-la sua situazione a livello di possibile ripresa di funzionalità del tessuto del pene temo oramai siano stabilizzate e non passibili di ulteriore miglioramento.
-In tal senso le iniezioni con Alprostadil sarebbero indicate solo allo scopo di ottenere erezioni al fine di un rapporto, non a scopo curativo. MA appaiono controindicate, data la presenza di placca fibrotica nel pene.
-Il trattamento con Vacuum, sotto appropriata supervisione specialistica, può dare discreti risultati, ma ancora non in prospettiva curativa; solo in vista di rapporto;
rimane a pienoi titolo l'opzione di protesi peniena per ripristinare la potenza sessuale;
-temo che l'elettrostimolazione perineale nel suo caso non sia in grado di migliorare la sua difficoltà di erezione.