Utente 275XXX
Aiuto ho paura
Ho dolori localizzati al seno sinistro ed alle costole dolore che aumenta se assumo alcune posizioni e quando tossisco . Se comprimo la parte quando tossisco il dolore diminuisce. Soffro di ansia di ipotiroidismo e dorsali a ma da mesi ho paura di un infarto. Visita cardiologica ed ECG effettuati a settembre sono stati negativi. Azione ritmica toni puri su ogni focolaio di ascoltazione asse elettrico equilibrato . MV normotrasmesso . La mia pressione e' normale tendente al basso varia tra 106 ai 125 Max ai 59/73 di minima la frequenza spazia tra i 73 ai 90 pertanto mi hanno prescritto seloken 100 mezza CPR mattina e sera

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Da quanto mi è dato vedere lei posta questo problema da tempo e più volte è stata tranquillizzata. La sua paura di avere problemi cardiaci è legata fondamentalmente ad uno stato ansioso che non possiamo modificare noi cardiologi. La invito pertanto a contattare uno psicologo di sua fiducia che potrà sicuramente esserle di maggiore aiuto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Dottore purtroppo avverto sempre sintomi diversi e sempre in prossimità del cuore e ciò mi spaventa molto anche perché mio nonno e' morto di infarto a 56 anni improvvisamente. Ho 40 anni ma da agosto vivo con questa terribile paura che non mi da tranquillità .
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Posso cercare di comprenderla, ma se ha già eseguito uno screening adeguato con indagini strumentali risultate negative (ovviamente questo viene fatto solo su indicazione di un cardiologo di fiducia) allora la sua paura non può che servirle se non a farla vivere male...poi siamo tutti "sotto il cielo", come comunemente si dice e occorre anche essere un pò fatalisti...uscire di casa significa correre il rischio che ci cada una tegola sulla testa, con tutte le sue conseguenze....ma non per questo ciascuno di noi la mattina non provvede ad uscire di casa e a fare una vita normale....
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Lo dice proprio a me? Io sono stata super spericolata ho fatto sport estremi rafting ,jumping,discesa libera poi lo scorso anno il suicidio improvviso di mia madre , che non aveva mai manifestato segnali di malessere, mi ha rivoluzionato la vita in tutti i modi ed in più mio padre dopo 8 mesi dal decesso di mia madre si è' semi paralizzato . Io figlia unica di genitori. Figli unici abituata alla spensieratezza dell'età ad una vita autonoma e libera . Single per scelta mi sono trovata a fare i conti con tutto ciò è dopo 1 anno sono crollata oltretutto mi sono imbattuta in medici che non mi hanno aiutato ma trasmesso ancora più ansia
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi dispiace, ma quel che posso fare per lei è solo consigliarle di rivolgersi ad un bravo psicologo.
Cordialità
[#6] dopo  
Utente 275XXX

Iscritto dal 2012
Lei esclude che siano sintomi cardiaci? Ogni quanto tempo va ripetuto ECG e visita?
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le ho già risposto...matematiche certezze non posso dargliele (tantopiù a distanza, senza conoscerla e senza visitarla) ma con alte probabilità i suoi disturbi non sono cardiaci e non richiedo ECG seriati.