Utente 290XXX
salve, ho quasi 40 anni e sto notando che da qualche tempo durante i rapporti con mia moglie sto avendo un eiculazione precoce, inoltre anche l'erezione non sempre dura, e inoltre noto di andare spesso ad urinare rispetto a prima che andavo 3/4 volte al giorno.
Ho visto alcuni dei vostri consulti e in comune ad alcune delle vostre risposte , ho il freulo ancora intero. Potrebbe essere questo il motivo o mi devo controllare la prostata anche se credo che sia presto per l'eta che ho? mi devo iniziare a preoccupare?
spero di essere stato esaustivo
grazie e cordiali salti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dal suo racconto sembrerebbe una eiaculazione precoce secondaria ad una situazione infiammatoria/infettiva che andrebbe confermata attraverso una visita specialistica. Il calo erettivo potrebbe derivare dall'impossibilità di controllare l'eiaculazione e comunque anche in questo caso lo specialista valuterà se prescrivere alcuni esami per escludere cause organiche.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la prostata produce circa il 50% del liquido seminale e,quindi,ha un ruolo importante nel determinismo della eiaculazione.
Uno stato congestizio/infiammatorio può determinare una variazione dei tempi eiaculatori,sia abbreviandoli che allungandoli oltre misura.Credo che sia il caso di indagare lo stato prostatico per porre una diagnosi obiettiva e riproducibile tale da permettere di stabilire una strategia terapeutica vincente.Non credo che il frenulo,alla Sua età,possa giuocare un ruolo nel determinismo della eiaculazione precoce secondaria.Consulti un esperto andrologo ed esegua una ecografia prostatica,un ecocolordoppler penieno dinamico ed i dosaggi ormonali.Cordialità.