Utente 290XXX
Sono un ragazzo di 27 anni,volevo chiedere agli specialisti a cosa vado incontro se non decido di operarmi per rimuovere la fistola sacro-coccigea.L estate scorsa mi sono accorto di avere una tumefazione circa grande come un uovo tra le due natiche..anzi un po piu in basso...questa tumefazione era accompagnata da febbre a 38 e da dolore.Dopo circa tre giorni quest'uovo senza che io facessi nulla è scoppiato e fino a dicembre non ho avuto nessun problema,stavo bene.Dal 17 dicembre mi sono accorto di avere un forellino che ora si è un po dilatato all altezza del sedere proprio in sede sacro-coccigea.Insomma da dicembre ad ora sono passati quasi 2 mesi e tutti i giorni da questo foro fuoriesce sangue e pus.Non esiste un modo per placare questa fuoriuscita di materiale?anche se bisogna dire che informandomi ho appreso che la fuoriuscita di questo materiale sia positiva in quanto cio' permette all'infezione di non restare all'interno.Inoltre volevo sapere se esiste una correlazione tra l'acne nodulo-cistica e la fistola pilonidale.Io ho curato l'acne sia l'anno scorso che quest'anno con l 'aisoskin.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Per guarire va operata,se la tiene persistono i sintomi e gli ascessi possono recidivare.
[#2] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Nessuna correlazione con l'acne. E' vero che è una cosa positiva che il materiale purulento possa uscire tramite il "forellino" di cui lei parla, ma questo perché all'interno si è formato un ascesso, cioè un processo infettivo, che in qualche modo deve "scaricare" all'esterno. Stiamo dunque sempre parlando di complicanze di una cisti sacro-coccigea. Cosa succede se non si opera? Che l'infezione rimarrà presente e che periodicamente potrà andare incontro a complicanze acute con febbre e dolore come quella che ha già purtroppo sperimentato.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 290XXX

Iscritto dal 2013
Ringrazio entrambi i dottori.