Utente 291XXX
Buon girono dottori, sono un uomo di 36 anni padre di una figlia, sposato con la stessa donna con la quale ci conosciamo da ormai quasi 20 anni con ottima intesa e rapporti di più o meno una volta ogni 7- 10 giorni. Purtroppo da ormai da due due mesi a questa parte non riesco ad avere una regolare attività sessuale a causa prima di perdita dell''erezione avvenuta durante un rapporto e poi non sò se a causa del subentrare di fattori psicologici non riesco più ad avere un''erezione regolare e quindi i rapporti con mia moglie sono del tutto assenti. Nel mezzo del periodo sono riuscito ad avere un erezione e mi sembrava di essere tornato ai vecchi tempi ma poi anche se mentalmente ne avevo il desiderio nuovamente più niente e quindi pensieri ed ansie. Ci tengo a precisare che questo è capito dalla mia compagna che non mi ha mai fatto nessun tipo di pressione anche perchè il sesso non è il legame principale alla base del nostro rapporto. Di notte a volte ho delle erezioni spontanee anche se non sò quantificare in quale misura, ma al momento del rapporto o anche con stimolazione manuale il pene non arriva mai in erezione di consistenza tale per avere la penetrazione, L'eiaculazione se stimolato avviene comunque. La sera sono abbastanza tranquiillo ma le ore mattutine mi sembra di essere agitato e non riesco mai a dormire più delle 6-6.30 anche se sono stanco perchè mi prende una grande agitazione. Tutto questo mi crea grande stress come se avessi un gran peso in pancia e mi crea spesso lo stimolo come se dovessi andare in bagno o come se avessi l''intestino bloccato. non ho mai avuto nulla di importante e anche gli ultimi esami del sangue nella norma ed anche per la tiroide.Unico episodio da segnalarvi è che a ottobre sono stato punto da due zecche ma senza conseguenze durante il decorso. Chiedo gentilmente a voi se questa può essere una cosa transitoria che magari dopo un periodo invernale un pò stressante può succedere ad un uomo e come mi devo comportare perchè la cosa mi stà logorando anche perchè vorrei prima o poi dare un fratellino o sorellina alla mia bimba e questa cosa mi fà impazzire. Chiedo un vostro consiglio per la strada da intraprendere e in caso un consiglio di uno specialista nella zona Verona-Bolzano-Trento. Vi ringrazio cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
ogni deficit sessuale è accumpagnato da ansia: distinguere che l' ansia sia la detrminante del problema sessuale o l' effetto del non riuscire non è possibile via internbet, in quanto poswsono essere presenti alterazioni ormonali, circolatorie, prostatiche o neurologiche che di qua non si possono valutare. Nella sua città vi sono ottimi colleghi si affidi a loro.
[#2] dopo  


dal 2013
ok la ringrazio per la celere risposta, ma per favore un nome di un collega ovviamente oltre al suo e che magari per comodità esercita preferibilmente in trentino-altoadige me lo potrebbe fare? La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
alla urologia di trento, bolzano e merano. Dove casca, casca bene.