Utente 291XXX
Salve scrivo per mia mamma, dopo esser stata piu di due settimane in ospedale ecco la sua diagnosi, io sinceramente poco ho capito, anzi poco ci e stato spiegato, ora fra una settimana deve riandare a controllo facendo dinuovo tutte le analisi, premetto che mia mamma ha il diabete e dopo tutto ciò ke e successo, non prende piu le pastigliette ma fa l' insulina, almeno x ora, difatti il diabete si e molto alzato...
Pericardite. Ipertensione arteriosa. Lieve insufficienza mitralica, diabete mellito tipo 2. Dislipidemia. Insufficienza renale cronica.anemia. Controllo con ecocidio tra sette giorni, con emocromo, transaminasi, pcr e VES. Si consiglia controllo neurologico tra un mese. Controllo reumatologico appena pronti gli esami richiesti, si allega consulenza reumatologfica.
Terapia
Congescor 5 mg 1cp/ die ore 8
Colchicina 1 cp/ die per 10 giorni, poi 1/2 cp die per altri 20, poi da rivalutare
Triatec 10 mg 1 cp ore 8
Cardi aspirina 100 mg 1 cp dopo pranzo
Lasix 1 cp/die ore 8
Indoxen 100 mg 1 cp x 2 mattina e sera, dopo colazione e cena
Pantorc 40 mg 1 cp die ore 8
Norvasc 5 mg 1 cp ore 16
Anidra 10 ul a colazione, 14 ul a pranzo e 14 ul a cena. Lantus 15 ul ore 22
anamnesi

Ipertensione arteriosa . Diabete mellito tipo 2. Dislipidemia. Per la comparsa di dispnea si ricovera
Ecocardiografia. Esame del 28/01/2013

Ventricolo sinistro nei limiti con buona cinesi globale. Versamento pericarditi corconferenziale.
Esame del 4/02/2013
Versamento pericardio circonfereniale di grado lieve ( max spazio scoprivo in sede posteriore di circa 1,7 cm) non segni di tamponamento. Ventricolo sinistro di normali dimensioni con CCI set sta funzione di pompa (ef: 55%). Radice aortica sclerotica. Atrio sinistro lievemente dilatato. Ventricolo destro nei limiti. Insufficienza valvolare mitralica, aortica e tricuspidalica lieve. E<A. Vena cava inferiore normale. PSAP: 30 MMGG.
Esame del 8/02/2013
Rispetto al precedente esame lieve riduzione del versamento pericardico corconferenziale ( max spazio ecoprivo in sede posteriore di circa 1,4 cm)

Ecco quello che mi chiedo c' e' da preoccuparsi? Mia madre ha 65 anni , la vedo molto giu, stamane ha anche rimesso, forse troppe medicine... Non so... Gl fecero anche una tac con contrasto ora scrivere tutto ciò mi viene complicato, ma a loro dirsi nulla di grave solo confermata questo liquido... Mia madre guarira' ? il diabete PERCHE e così lato adesso? Sui 350? l'altra sera invece basso sui60 tremava tutta e gli diedi una caramella.... Vorrei esser spiegata in modo semplice x me cosa succede...Grazie mille






Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sua madre pare essere affeta da una pericardite. La glicemia elevata potrebbe essere messa in relazione sia al problema infettivo che all'assunzione di beta bloccanti.
Sono certo che le avranno raccomandato di controllare frequentemente la funzione renale con gli esami del sangue perche alcuni dei farmaci che sta assumendo possono essere nefrotossici
Guarira' ma ci vuole molta pazienza da parte della paziente e molto riposo, oltre a farmaci
Cordialita
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille gentilissimo Dott. Cecchini... Lo spero davvero ch guarirà... Grazie
[#3] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimi dottori, vorrei sapere come mai la glicemia di mia mamma non si stabilisce? Anche prima alle 22 era 350, io sono seriamente preuccupata, devo temere il peggio? Come mai sballa così tanto? Cosa ce che non va? Potrebbe andare in coma con la glicemia così alta? Da quando gli hanno dato il cortisone per riassorbirsi il liquido e così alta, puo essere che e ancora in circolo nel suo organismo? Vi prego rispondetemi e datemi le vostre piu sincere consultazioni... Grazie mille da una figlia molto preoccupata, non voglio perdere mia mamma!
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È la terapia cortocosteroidea che le provoca le iperglicemia.
Basta che il suo medico aumenti il dosaggio dell insulina, tutto li
Arrivederci
Cecchini
[#5] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie troppo gentile nell avermi dinuovo risposto, quindi uno di quei medicinali che prende e cortisone? Credevo non lo prendesse piu, mi puo dire quale di quelli sopraindicati sarebbe il cortisone? Grazie
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non e' menzionato il cortisone tra i farmaci che lei ha elencato nel primo post. Ma da quello che ha scritto poco fa la paziente ha assunto cortisonici ed ha ancora una infiammazione (pericardite). Tutto questo puo' provocare un aumento dei valori glicemici che ,pur non essendo preoccupanti, vanno trattati banalmente aumentando le unita' di insulina, cosa che il suo Medico sicuramente fara'
Arrivederci
cecchini
[#7] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore per la sua disponibilità... In effetti e vero lei ha assunto cortisone nella settimana precedente a questa terapia, speriamo bene... Grazie ancora
[#8] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Dottore mia madre ha ripetuto le analisi la VES e PCR sono sempre alti, cosa significa? grazie
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
significa che ha sempre una infiammazione. l importante è che si riducano progressivamente
arrivederci
[#10] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Ok... Benissimo e dinuovo grazie per la sua disponibilita'!