Utente 291XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 29 anni ed ho il seguente problema. Quando devo fare sesso con la mia ragazza perdo l'erezione quasi immediatamente non appena inizio ad infilare il preservativo.
Non ho nessun problema di erezione durante la masturbazione, tantomeno se è la mia partner a farla, infatti quando lei mi tocca il mio pene diventa eretto in pochi istanti e fintanto che lei continua non perdo l'erezione.
Non ho nessuna ansia da prestazione, anzi della cosa si fanno anche delle battute e non mi sento teso o in soggezione. L'unico fattore psicologico che posso considerare come causa è la paura di gravidanze non volute.
Tuttavia, ho provato anche a cambiare tipologia e marca di preservativi, ho provato quelli con forma anatomica, piu' sottili, lubrificati, ma cio' non cambia nulla.
Sono convinto che la tipologia del preservativo sia un fattore non particolarmente incidente. Il problema principale è che iniziando a srotolare il preservativo sul glande, il quale è molto sensibile per me, perdo l'erezione e non c'e' modo di riaverla se non togliendo il preservativo e toccandomi di nuovo.
Ho provato ad usare lubrificanti che possano aiutarmi a rendere piu' scorrevole lo srotolamento, la mia partner anche mi aiuta continuando a stimolarmi toccandomi, ma non si risolve la situazione, in pratica lei continua a masturbarmi mentre raggiungo la piena erezione, metto il lubrificante, sono ancroa completamente in erezione, appoggio il preservativo gia' pronto e tirato fuori dalla bustina e srotolato per la meta', perdo l'erezione.
Credo che il problema sia il fatto che il mio glande è molto sensibile, non sono circonciso e ho provato anche a mettere anche il preservativo lasciando la pelle intorno al glande per vedere se mi poteva proteggere, ma non serve.
Appurato che non ho problemi di erezione se da solo mi tocco o se è il mio partner a toccarmi, quindi non è un problema fisiologico, potrebbe dunque essere un problema psicologico che, come dicevo, ammetto avere la paura di causare gravidanze indesiderate che con il preservativo non avvengono, ma un minimo margine di possibilita' esiste sempre.

E' possibile aiutarmi con la famosa pillola blu o meglio, acnhe solo prendendone meta' o un quarto potrebbe essermi d'aiuto per aiutare la mia erezione a rimanere stabilire?
In alternativa, esiste una crema che messa sul glande aiuti a ridurne la sensistivita' e che sia compatibile con l'uso di un preservativo?
Ho letto su internet che è possibile ''allenare'' il pene lasciandolo con il glande scoperto nelle mutande per abituarlo a ridurne la sensitivita', ma non è proprio praticabiel da me questo tipo di esercizio.
Attendo una Vostra gentile risposta.
Grazie e saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signbore,
il profilattico fa queste cose: per cui va eliminatoi. Consiglio adeguato programma anticoncezionale, dal ginecologo della ragazza od al consultorio. Fatto questo se il problema dovesse permanere il problema consulti un collega. Altro non si fa in questi casi.
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
la pillola non è un metodo che la mia partner puo' usare in quanto in passato ha avuto degli effetti collaterali su di lei per cui ha dovuto interrompere.
Se usassi la famosa pillola blu o il cialis, ma non una pillola intera ma solo un quarto di essa, potrebbe aiutarmi a risolvere?
Se non assumo altri farmaci, posso essere sicuro?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Oltre alla pillola ci sono altri sistemi. Ne3 parli col ginecologo. Eviti certe soluzioni che all' apparenza sono facili: poi la farmacodipnedenza chi gliela toglie?
[#4] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Vorrei provare il cialis perchè sono convinto che sia un problema psicologico e se le prime volte che lo facciamo invece che perdere l'erezione mi aiuta, poi mi sblocco e ne faccio a meno ( si. suona come le ultime ''parole famose'' dette pero' ne sono seriamente convinto)
vorrei solo provare una volta con una pastiglia di piccole dosi...
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
"poi mi sblocco e ne faccio a meno"
DSa un punto visyta clinico accade raramemente, nella stessa percentuale di guarigione della appendicite acuta 15%. Le ho già dato consigli giusti, e non avrà certo il mio avvallo a fare di testa sua con certi pasticci, che qualcuno chiama farmaci.
[#6] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta, certo non mi aspetto che lei mi incoraggi a ricorrere con disinvoltura a farmaci del genere, lei ci mette anche la faccia, il nome, la carriera professionale, io sono solo un utente anonimo, non mi aspetto che lei o altri dottori mi sostengano in modo superficiale all'utilizzo di questi farmaci, ma cos'altro potrei fare? Io e la mia partner vogliamo entrambi usare il preservativo perchè la nostra relazione è ancora all'inizio e non ci siamo scambiati la cartella clinica con gli esami del sangue quindi, il preservativo da quanto ne so, rimane l'unico metodo contraccetivo (con il preservatico femminile) che impedisce anche eventuali trasmissioni di malattie veneree. Ora, se io non lo riesco a usare, come posso in questa fase superare il problema? Magari esistono preservativi di materiale diverso? ma leggendo in internet leggo che sono tutti fatti in lattice o similari....

Qualcun'altro che ha qualche suggerimento?
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Allora dica francamente alla morosa che a Medicitalia ha trovato un medico musone e scorbutico (me) che di fronte alle sue difficoltà ha detto quel che ha detto, fate i vostri esami, ed affrontate la relazione senza ipocrisie: ne approfitti della situazione per instaurare un vero dialogo profondo con la signorina senza trincerarsi dietro pasticche o marche di profilattici. Poi senza tanti mezzi termini se la signorina capisce bene, sennò ne terrà conto per il futuro.
Rileggendomi sono burbero è vero. Ma i consigli son buoni.
[#8] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
ma no dai non si abbatta cosi', lei non è cosi' negativo su si faccia forza...mi dispiace solo non aver trovato una soluzione, magari poteva consigliarmi un farmaco o qualcosa similare per aiutarmi a risolvere...per aiutare la circolazione del sangue in quella parte specifica...in effetti al mattino forse per la pressione piu' alta ...funziona e sopporto il preservativo ma il resto del giorno no...

saluti
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
il mio smisurato ego ringrazia.