Utente 291XXX
Buongiorno egregi dottori,
mia madre (48 anni) ha da poco effettuato un ECG la quale ha evidenziato un bigeminismo ventricolare, valvola aortica bicuspide con rafe fibrotico tra lembo sx e dx, assenza di reflusso e gradiente. Dilatazione aorta ascendente a circa 4 cm dal piano valvolare con diametro interno di 41 mm. normali le restanti valvole. Mentre la angioTAC eseguita in cardiosincronizzazione con tecnica volumetrica retrospettiva ha riscontrato: dm massimi all'anulus 24 x 20 mm, dm a livello del bulbo aortico in valvola bicuspide 33 x 32 x 37 mm, dm della GST 34 x 33, dm aorta ascendente 43,7 x 42 mm, dm AO pre-TSA 35,4 x 36,7 mm, dm AO post-TSA 25 x 22 mm. Non versamento pleurico ne pericardico. ECG: bradicardia sinusale 58 bpm.
Desideravo gentilmente sapere visto che dopo questi esami il cardiologo ci ha semplicemente detto di tornare a controllo con un nuovo ECG a distanza di 6 mesi, cosa è possibile fare nel frattempo e se l'intervento chirurgico è da fare e in quale centro è possibile fare l'operazione vista la forte preoccupazione, grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
E' corretto ripetere un nuovo ecocardiogramma tra 6 mesi.

Al momento, anche in presenza di una bicuspidia valvolare aortica (che costringe ad essere più "aggressivi") e nonostante non conosca altezza e peso della signora, non vi è alcuna indicazione chirurgica per il trattamento dell'ectasia dell'aorta ascendente.

Si fidi del suo cardiologo e mantenga un attento controllo della pressione arteriosa.

GI
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio vivamente per la tempestiva e professionale risposta. L'altezza è 1,65 e 55 kg.
Un'ultima cosa se mi permette, ci sarebbero eventuale esami approfonditi oltre la angio-TAC già effettuata? tipo ECG transesofageo? grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
ECG e' una abbreviazione che sta per elettrocardiogramma, che è differente dall'ecocardiogramma.

Non sembrerebbe, vista la certezza di valvola aortica tricuspide e normo funzionante, indispensabile un ecocardiogramma transesofageo.

L'aorta ascendente e' moderatamente dilatata, al momento sono indicati solamente dei controlli ecocardiografici seriati.

GI