Utente 291XXX
Egregi Signori,

sono un ragazzo effetto da eiaculazione precoce grave, cioe' che l'eiaculazione avviene dopo pochi secondi dell'inserimento del pene in vagina o anche prima che questo avvenga. Ho recentemente consultato uno specialista che dopo una visita di venti minuti circa mi ha suggerito di fare due esami: uno e' l'eco color doppler pene basale con misurazione eventuale aree fibrotiche e il secondo e' il penogramma.

Nell'attesa di fare questi due esami mi ha prescritto lo XANAX per un mese e il DESEO per due mesi, farmaci per contrastare l'ansia. Ho letto che gli esami doppler e penogramma sono indicati per coloro che soffrono di problemi di erezione quindi mi chiedo il motivo di fare questi due esami quando il mio problema e' un altro, bensi di eiaculazione precoce.

Lo specialista pensa che ho un problema di fibrosi ma che non e' sicuro accertarlo se prima non faccio questi due esami. Volevo anche aggiungere che ho una relazione stabile da anni. Sono un po' confuso con quanto detto dallo specialista e se questi due esami possano darmi una soluzione al mio grave problema ed iniziare una terapia.

Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
in effetti l'ecocolordoppler penieno dinamico consente di valutare morfologia dei corpi cavernosi, e tutta la fase vascolare dell'erezione, la fibrosi peniena non è molto collegata all'aieculazione precoce in un soggetto di 26 anni, ha avuto traumi penieni durante il coito?
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Egregio Sig Vicini,

La ringrazio per la sua risposta. No non ho mai avuto un trauma penieno durante il coito, il mio e' un problema legato all'eiaculazione precoce come scritto nel mio messaggio sopra. Non ho un pene curvo quindi mi chiedo a questo punto se ne vale davvero la pena fare questi esami.. Sono davvero confuso in questo momento soprattutto quando lo specialista che ho consultato e' molto bravo nel ramo andrologico.

Cosa mi suggerisce di fare? Ho 32 anni..La ringrazio anticipatamente..
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

una eiaculazione "mal gestibile", "precoce" che esista dalle prime esperienze sessuali non può essere legata ad una fibrosi cavernosa ( spesso i medici usano delle semplificazioni per giustificare un accertamento)
Qualche volta, non infrequentemente,un cattivo controllo della eiaculazione può essre legato ad una funzione erettile deficitaria. Spesso l'eiaculazione "precoce" è presente in soggetti con problemi di erezione, specie del conseguiomento della rigidità e della capacità a mantenere l'erezione nel tempo.
Faccio l'andrologo da 30 anni ma non so cosa sia il "penogramma"
Non scorretto l'uso di blandi ansiolitici
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
nel trattamento dell'eiaculazione precoce è necessario innanzitutto escluderne le cause organiche, successivamente si valuta come procedere anche con un eventuale supporto psicosessuologico in assenza di cause organiche dimostrate.
Cordial saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.