Utente 291XXX
Gentili dottori,
vi scrivo perchè sono molto preoccupata per mia sorella (una donna di 40 anni, apparentemente in buona salute) che da tempo presenta valori nelle analisi del sangue secondo me poco rassicuranti.
Ha sempre avuto il ferro basso nel sangue, e per questo ha preso per tanto tempo svariati integratori, che però hanno sempre migliorato soltanto temporaneamente la situazione. I livelli si alzano, poi, smettendo la cura, scendono di nuovo. Ultimamente, però, circa da un anno a questa parte, mentre il valore dei globuli rossi e del ferro sono rientrati nella norma, sono andati ad abbassarsi progressivamente i globuli bianchi (avendo anche degli alti e bassi, ad esempio le ultime due volte prima di questa erano 2.500 poi 3.600, fino ad arrivare ad oggi con quello che potete vedere qui sotto).
Questi i risultati delle ultime analisi:

GLOBULI ROSSI: 4.110.000/ul (V.N. da 4.000.000 a 5.000.000)

Emoglobina in g% 11,5gr/100 ml (V.N. da 12 a 16)

Ematocrito 34,9% (V.N. da 36 a 49)

Mcv 84,9 fL (V.N. da 80 a 100)

Mch 28 pg (V.N. da 27 a 32)

Mchc 32,9 gr/100 ml (V.N. da 32 a 36)

Rdw-sd 41,9 fL (V.N. da 25 a 75)

GLOBULI BIANCHI 2.380/ul (V.N. da 4.000 a 10.000)

Neutrofili 48,3% - 1.150/ul (V.N. da 40% a 75% - da 1.800 a 8.200/ul)

Eosinofili 3,4% - 80/ul (da 1,0 a 6,0% - fino a 800/ul)

Basofili 0,4% - 10/ul (V.N. fino a 1% - fino a 200/ul)

Linfociti 33,6% - 800/ul (V.N. da 20 a 45% - da 1.180 a 3.620/ul)

Moniciti 14,3% - 340/ul (V.N. da 2 a 9% - da 100 a 970/ul)

PIASTRINE 167.000 (V.N. da 150.000 a 400.000)

MPV 9,9 (V.N. da 5 a 20)

PCT 0,2 (v.n. da 0,1 a 0,4)

P-LCR 25,1 (V.N. da 10 a 70)

PDW 11,00 (V.N. da 5 a 20)

Il medico di base, dopo l'ennesimo risultato più o meno di questo tipo, le ha consigliato una visita ematologica (che farà a breve) ma non si è esposto ulteriormente.
Aspetteremo questa visita, ma intanto io sono molto preoccupata e sto pensando alle ipotesi peggiori.
Potreste dirmi, cortesemente e sinceramente, da cosa potrebbe dipendere questa situazione?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

la leucopenia (riduzione deli globuli bianchi al di sotto di 4000/mmc) può avere cause diverse che vanno approfondite con lo specialista Ematologo, così come ben predisposto dal Curante.

Fino a quel momento fare qualsiasi ipotesi potrebbe risultare inutile.


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio Dottore.

Giustamente è bene aspettare la visita dell'Ematologo prima di fare qualsiasi ipotesi, ma vorrei sapere da chi, come Lei, è esperto in materia, a cosa eventualmente stiamo per andare incontro, se segnali del genere sono sicuramente preoccupanti o se c'è la speranza che si tratti solo di una "sciocchezza"...
Considerati i valori elencati qui sopra, vorrei sapere quali potrebbero essere le eventuali cause. Aggiungo anche un particolare forse importante di cui non ho parlato nel messaggio principale: anni fà a mia sorella era stato riscontrato il fenomeno di Raynaud (anche se in forma lieve)...

Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Di nulla!

Gent. utente,

è proprio l'esperienza in materia che pone dei limiti di valutazione, per le numerose variabili esistenti, se non dopo un approfondimento specialistico.

Qualsiasi ipotesi verrebbe facilmente ribaltata, se ci limitassimo soltanto a commentare il quantitativo ridotto di GB.

Se può essere d'aiuto e con i limit di un consulto telematico cercate di evitare (dis)informazioni che possono essere attinte ovunque e a 360°.

Non perdere la calma e la serenità in attesa di una visita o di un esame medico è sempre la scelta migliore!

Se vuole, mi aggiorni pure.


Cordialmente.

[#4] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora Dottore per la sua gentilezza e disponibilità.

La aggiornerò sicuramente.

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dottor Marcolongo (e chiunque altro vorrà rispondermi),
ieri mia sorella ha fatto la visita dall'ematologo.
Riporto testuali parole della lettera che lo specialista ha scritto al medico di base:

"Ho visitato la signora .... che presenta da diverso tempo una leucopenia a carattere fluttuante con valori oscillanti dai 2300 ai 3500/mmc con lieve anemia (da carenza marziale) e con normalità della conta piastrine.
La signora non assume farmaci. In anamnesi fenomeno di Raynaud poi rientrato; adesso ha solo una tendenza alla acrocianosi.
Obiettività negativa.
Potrebbe trattarsi di una CITOPENIA REFRATTARIA per la quale non vi è indicazione a nessuna terapia ma solo follow up.
Consiglio pertanto controllare ogni 4-5 mesi un emocromo. La prossima volta che fa il prelievo completerei con: ac anti nucleo e anti ena. Inoltre ecografia addome.
Se il quadro peggiora portarmi in visione subito l'emocromo."

Il Dottore è stato di poche parole e non molto chiaro (per me), non ha aggiunto niente altro oltre quello che ho riportato sopra. Sono più preoccupata di prima perchè mi sembra di non essere giunta a nessuna conclusione, e mi sento molto confusa! Aspetteremo anche il parere del medico di base, ma intanto mi piacerebbe capirci qualcosa! Tra l'altro, a cosa serve l'ecografia all'addome?

Grazie.
[#6] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

quanto scritto dallo specialista Ematologo esclude al momento una causa di una certa severità e pone l'accento su una condizione di non ben precisa natura e che dovrà essere controllata periodicamente.

L'ecografia addominale e la ricerca degli anticorpi anti-nucleo e anti-ena permetterà allo stesso specialista di esludere ulteriori patologie, cause o concause della leucopenia.


Cordialmente.
[#7] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora Dottore.

Comunque, quello che mi preoccupa, è proprio il fatto che lo specialista abbia escluso solo "al momento" cause gravi... Ciò significa che l'attuale condizione di mia sorella può degenerare e portare a qualcosa di più serio...?
Resta poi il fatto che non si è riusciti ancora a trovare una causa, dovremmo rivolgerci ad un altro specialista di altra natura?
[#8] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Di nulla gentile utente!

Forse per natura...o per deformazione professionale sono sempre ottimista e l'aver escluso, da parte dell'Ematologo, cause di una certa gravità è già un buon responso!

Che questa leucopenia possa degenerare...o anche rientrare non è possibile stabilirlo con i soli esami prodotti. Per questo motivo lo specialista si è riservato di rivedere Sua sorella tra qualche mese munita anche di ecografia addominale e valutazione degli anticorpi.

Rivolgersi ad uno specialista che non sia Ematologo non è il caso. Resta, comunque, a vostra discrezione sentire anche il parere di un Ematologo diverso dal primo.

Per quelli che sono i limiti di un consulto telematico e le mie competenze, resto con piacere a Sua disposizione per ogni ed eventuale aggiornamento.


Cordialità.
[#9] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Pur essendo un consulto telematico, con i suoi limiti, lei mi ha dato consigli preziosi. Grazie anche per il fatto di trasmettermi un po' di ottimismo!

La terrò informata, senza dubbio.

Cordiali saluti.
[#10] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Lieto di essere in qualche modo d'aiuto.

Grazie a Lei!