Utente 183XXX
Egregio dottore,sono una donna di 36 anni che da circa 2 anni soffre di tiroidite autoimmune, (ormoni nella norma e anticorpi tiroidei alti)per la quale non assumo nessun tipo di farmaco,le chiedo un consiglio su un dubbio che mi assale molto frequentemente ,il mio disordine immunologico che ha generato la tiroidite puo facilmente generare un altra patologia (sclerosi multipla?....)c e un modo per poter agire su questo squilibrio immunitario???Ho letto di un dottore omeopata che e riuscito a normalizzare il sistema immunitario,ma e possibile?Il reumatologo mi ha diagnosticato la fibromialgia che mi crea innumerevoli dolore ti e fastidi neurovegetativi;anche questa puo essere scatenata dai suddetti squilibri?Mi scusi per l eventuale ignoranza dettata da una grande ansia.Ho eseguito delle analisi (pcr, VES,reuma test ,waale rose)tutte negative.la saluto e la ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
le tiroiditi autoimmuni sono condizioni molto frequenti, a differenza dell'autoimmunità invalidante. Non c'è quindi motivo di pensare di dover sviluppare una forma di autoimmunità "maggiore" anche se - ma questo vale per tutti - non si può escludere al 100%.
La fibromialgia si associa spesso a certe malattie della tiroide, così come anche alle sindromi ansioso-depressive. Pertanto l'approccio a un soggetto che presenta questo tipo di sovrapposizione deve essere multidisciplinare.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la tempestiva risposta,vorrei in ultimo chiederle se conosce uno specialista a Napoli che potrei consultare dato che il reumatologo che mi ha visitata e' stato credo un po' superficiale.grazie1000