Utente 292XXX
Gentili dottori,

la mia collega è stata assente dal lavoro oggi, credo si tratti di influenza (ho sentito che ha la febbre a 39) ma ho capito anche che ha il fuoco di sant' antonio, cosa che lei infatti mi aveva detto di sospettare nei giorni scorsi. Ho cercato di informarmi in internet per capire se è contagioso e in che modo, ma non ho ben capito. Io non ho avuto la varicella da piccola, quindi:

-non rischio nulla
-rischio la varicella solo se toccassi parti del corpo colpite dal fuoco
-rischio la varicella anche solo per via aerea/saliva?

ringrazio per il chiarimento, saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

il "fuoco di Sant'Antonio" è una dermopatia infettiva dovuta a riattivazione endogena del virus erpetico varicella-zoster (Herpes zoster), in concomitanza a depressione del sistema immunitario, caratterizzato da eruzioni vescicolocrostose accompagnate da dolore intenso, urente e febbre.

Nel Suo caso è possibile contrarre l'infezione soltanto se viene a contatto con il liquido contenuto nella fase eruttiva vescicolosa iniziale.


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
grazie mille
saluti
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Di nulla!


Buona giornata.