Utente 262XXX
Gentili dottori, vorrei sottoporvi un quesito: recentemente riscontro problemi di pressione arteriosa alta, nello specifico vario da 130-85 al mattino con punte di 140-100 di sera. In attesa di visita cardiologica mi è stato detto di non preoccuparmi ma, in verità, un po' di nervosismo e ansia li ho ugualmente. Questi valori pressori potrebbero, nell'immediato, causare problemi cardiocircolatori anche gravi? Aggiungo che da un mese ho iniziato a fare una dieta per ridurre il peso e sto cercando anche di ridurre il fumo, con l'intenzione di smettere. Poco fa ho misurato la pressione da solo, e ho rilevato un valore di 150 su 100. Ovviamente so che, non essendo esperto, la misurazione manuale autonoma potrebbe dare valori falsati.
Ah, dimenticavo: recentemente mi sono sottoposto ad esami del sangue comprensivi di esami cardiaci e sono risultati nella norma, lo scorso anno mi fu fatto un ecocolordoppler con esito ottimale. Idem elettrocardiogramma fatto un paio d'anni fa per una visita di controllo, dato il mio sovrappeso. Posso stare tranquillo e proseguire con la dieta ? La mia paura è che dovrei prendere già da ora un farmaco antipertensivo o che, in mancanza di esso, possa essere soggetto a qualche complicanza anche grave.

Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei riduca il peso e smetta di fumare oggi stesso, ora.
In questo modo ridurra' il rischio di cancro, infarti ed ictus.
Non puo' essere seriamente preoccupato della sua salute se continua a fumare.
Si rende conto che ha solo 28 anni?
La saluto
[#2] dopo  
Utente 262XXX

Iscritto dal 2012
Dottore, lei ha perfettamente ragione riguardo al fumo. Non creda che non ci stia provando, solo che non è facile in quanto ha creato in me una forte dipendenza sia fisica che psicologica. Fumo da quasi 7 anni, non è tantissimo ma nemmeno poco. Ad ogni modo, sono riuscito a ridurre da 20 a 10 sigarette al giorno. So che non è ancora abbastanza e che l'obiettivo sia quello di arrivare a zero ma, mi creda, farò il possibile. Nel mentre, creda possa stare relativamente tranquillo?

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
no, finche non smette di fumare ha rischio di cancro (che dura ancora per circa 10 anni dopo l'ultima sigaretta) nonche di ictus e di infarto.
Arrivederci