Utente 194XXX
Mia madra di 74 anni una bella mattina si e' svegliata con il piede dx gonfio e dolorante al punto di non poter nemmeno poggiarlo a terra e di non camminare. Si e' rivolta dal medico curante che gli ha prescritto delle inizioni intramuscolari di clexane 4000 ed ibrupofene di lisina. Dopo due giorni di trattamento ci siamo rivolti al pronto soccorso dove hanno effettuato l'elettrocardiogramma, l'ecografia alla vena femorale, l'emocromo e una radiografia al piede dalla quale nn e' emerso nulla di rotto. Dimessa gli hanno fasciato il piede e gli hanno prescritto di seguire la cura di clexane 4000 per circa dieci giorni. Siamo oramai al sesto giorno e ancora il piede non accena a tornare nella sua naturalezza e il dolore nell'appoggio a terra persiste. Inoltre, mia madre fino a questo momento nn ha sofferto di nulla non ha mai assunto con continuita' nessun farmaco tranne qualche dolore intramuscolare normale per l'eta ritengo. Le mie domande a questo punto sono: e' un problema di circolazione?...o cosa potrebbe essere?...che esami converrebbe eseguire per capire la causa di questo gonfiore e dolore nell'appoggiarlo a terra.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
L'eco doppler dei vasi periferici che ha fatto è dirimente, in questi casi, per stabilire se la causa del disturbo è circolatoria...Se al PS le hanno confermatola terapia con Clexane è perchè evidentemente si tratta di un fenomeno a carico dei vasi (forse una infiammazione venosa, ma non posso ulteriormente esprimermi senza conoscere la documentazione...)
Cordialità