Utente 336XXX
Salve,

ho gia' utilizzato il vostro sito per richiedere consulti e vi ringrazio come sempre per il sostegno e l'aiuto che date.

Faccio un breve riassunto della mia storia clinica legata al testicolo sx, il quale è stato sottoposto nel 2008 ad un operazione per risolvere un varicocele con la tecnica del sezionamento e legatura delle vene.

successivamente nel 2009 vengo operato di idrocele tramite l'eversione della vaginale, conseguente all'intervento precedente.

con cadenza annuale ho fatto visite di controllo, anche da specialisti diversi, e tutti mi hanno confermato (chi piu chi meno) che a livello di spermiogramma avevo un lento miglioramento che a parer loro è normale che sia lento, mentre a livello di testicolo era in buone condizioni e non si era presentato alcun problema.


ora vi scrivo perche da una settimana a questa parte continuo ad avere un dolore pulsante, non continuo, al testicolo che si irradia lungo il fianco.

Potrebbe essere un problema legato ai precedenti problemi che ho avuto al testicolo?

Con l'eversione della vaginale per rimuovere l'idrocele mi era stato detto che non c'è alcuna possibilita' di recidiva per quanto riguarda il varicocele. E' possibile che si sia ripresentato il varicocele?


grazie come sempre per il vostro preziosissimo lavoro,


buona giornata.

G.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

in caso di una dolorabilità testicolare è sembre consigliata una visita specialistica per valuatre di cosa si tratta e quindi eventualmente indagare lo stesso testicolo con una ecografia che nel suo caso avrebbe anche un valore preventivo visti i precedenti interventi chirurgici.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Oggi ho eseguito uno spermiogramma dopo 3 giorni di astinenza da portare alla visita di controllo.

premetto che l'anno scorso all'utlima visita pur non avendo un bellissimo spermiogramma mi è stato detto dal medico specialista che non avrei dovuto farne piu' perche' anche se il risultato non era ottimo non era da considerarsi comunque da tenere sottocontrollo. Se quando fosse giunto il momento di avere figli avessi avuto difficolta allora in quel caso si sarebbe riaffrontato il discorso.

Oggi ne ho fatto ugulamente uno spinto dalla mia ragazza perche' preoccupata dal piccolo dolore pulsante che ho descritto sopra, e dato che mi sarei sottoposto a breve a visita specialistica mi ha insistito di farne comunque uno da far vedere al medico.


Io dall'ultima visita ero riuscito a farmi passare tutte le ansie e preoccupazioni, cosa per me molto difficile essendo una persona ansiosa di natura.

Oggi fatto l'esame mi sono tornate tutte, in quanto ho il presentimento che il risultato sarà molto negativo in quanto il campione raccolto era scarsissimo come quantita' e in piu' il campione è stato ritirato all'arrivo del medico (circa dopo 1.45h)

non tanto il tempo (perche mi risulta che comunque venga analizzato dopo 2 ore e dopo 4) ma per il quantitativo. Il poco quantitativo comporterà comunque uno scarso risultato in quanto nei precedenti spermiogrammi con un quantitativo normale era risultato un referto non troppo positivo figuriamoci ora con un quantitivo del genere.

Era meglio che ascoltassi il medico che mi disse di non farne piu'. Conoscendomi sarò di nuovo assalito da ansia e preoccupazioni che dopo 3 anni ero riuscito a togliermi.

la mia domanda è, il risultato che otterro' sara' condizionato dal poco quantitativo? il dolore pulsante potrebbe essere portato da una prostatite che potrebbe essere la causa del poco sperma prodotto?


so di essere un persona ansiosa e vi chiedo scusa per essermi dilungato nell'intervento con problemi che sicuramente sono meno gravi o forse addirittura inesistenti rispetto a cose ben piu serie.


grazie comunque per il vostro lavoro



gianluca.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
le raccomandazioni WHO indicano di raccogliere il liquido seminale presso la struttura poiché le caratteristiche macroscopiche vanno valutate nei primi 30 min mentre quelle microscopiche dopo 1 ora.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Salve Dott. torno a scriverle perche ho ritirato gli esiti degli esami.

Giovedi avro' la visita andrologica

i referti sono i seguenti:

VOLUME ml: 2.0
fluidificazione: presente
round cells: +
Aspetto: opalescente
viscosità: diminuita
Ph: 8.0
vitalita': 85%

Spermatozoi 17.300.000

mobilità progressiva classe A: 8%

analisi cinetica:
VSL 20.3
VCL 36.6
LIN 46
ALH 2.5




Normali 41%
spermatidi: +

DIAGNOSI: Astenospermia



sono valori preoccupanti o è normale avere dei risultati del genere dopo aver subito 2 operazione rispettivamente per correggere varicocele e idrocele?


grazie come sempre,


buon lavoro e buona giornata,


Gianluca.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
è presente un calo della motilità rispetto ai parametri minimi del 32% ed è quindi consigliabile un consulto specialistico per valutare come procedere.

Cordialità
[#6] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Grazie Dottore...

Nelle condizioni attuali potrei avere difficolta ad avere figli?
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
la cosa importante è cercare di sistemare tutti i suoi parametri per aumentare le probabilità di successo.

cordialità