Utente 198XXX
Gentilissimi Medici,
sono un uomo di 40 anni 1,70 e 75kg.
Da quasi un anno soffro di dolore toracico, ho effettuato diversi esami, l'ultimo un holter 24h e ecostress a Novembre risultati negativi.
Ho effettuato anche una gastroscopia con risultato un reflusso duodenale con presenza di lago biliare.
Per circa tre mesi sono stato bene.
Da circa dieci giorni avverto dei disturbi tipo una mancanza d'aria quando faccio anche piccoli sforzi con sensazione di oppressione toracica, ed ultimamente extrasistole tipo una ogni tre quattro battiti.
Ho notato attentamente e ho visto che il malessere tipo oppressione toracica e mancanza d'aria si verifica proprio quando faccio piccoli sforzi, e controllando i battiti avverto moltissime extrasistole ogni tre quattro battiti.
Se fosse provocato dall'esofago o duodeno è normale che i sintomi compaiono dopo piccoli sforzi?
Potrebbe essere qualcosa di cardiaco di nuova insorgenza?
Secondo la vostra esperienza dovrei ripetere tutti i controlli cardiaci?
Cosa mi consigliate?
Grazie per il servizio che offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il reflusso duodenale potrebbe effettivamente spiegare i suoi disturbi, ma riterrei opportuno che lei eseguisse una ECG sotto sforzo, specie se avesse familiarita' per cardiopatie od ictus o se peggio ancora fosse fumatore
Ne parli con il suo medico curante
arrivederci
[#2] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dott. Cecchini,
l'ecg da sforzo l'ho eseguito a novembre con esito negativo, mentre per quanto riguarda la familiarita, mia madre soffre di fibrillazione atriale e mio nonno è morto di infarto, non sono fumatore, l'unico abuso è della birra o vino.
Secondo lei dovrei eseguire comunque la prova da sforzo?
Rieseguire l'iter diagnostico: ecg da sforzo, eco cardio ed eco stress sono indicati nella mia situazione secondo lei?.
Quali altri esami potrei fare per stare più tranquillo
il mio medico curante è purtroppo fuori sede.
Grazie di tutto
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se ha gia' fatto tutti quegli esami mi pare che lei si debba tranquillizzare.
Mi pare invece che una persona guiovane come lei, come lei stesso afferma "abusi di birra e vino".
A paret i danni epatici e cerebrali gli alcoolici danneggiano notevolmente il cuore, specie alla sua eta'
Arrivederci
cecchini
[#4] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ancora per la sua risposta velocissima Dott. Cecchini,
Non faccio notevolmente abuso se non una due birre al giorno e qualche bicchiere di vino in più.
A distanza di tre mesi considerando anche quello che afferma lei sul danneggiamento da parte di alcolici, ritiene opportuno non eseguire comunque esami cardiologici prima citati?
Inoltre da quanto riferito cosa potrebbe provocare la mia sintomatologia?
Confido che un esperto come lei possa indicarmi le vie giuste.
Non voglio disturbarla ulteriormente, ma purtroppo non posso fare riferimento al mio medico curante perche fuori sede.
Vorrei solamente capire cosa fare in questo momento per me molto preoccupante.
Grazie infinite
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
gli alcoolici hanno un marcato effetto deprimente sulla contrazione cardiaca e aumentano la eccitabilita del muscolo cardiaco.
a lei le deduzioni
arrivederci
cecchini
[#6] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi Dott. Cecchini,
capisco che per lei sia facile interpretare e fare deduzioni in quanto Medico.
Lei mi ha risposto dicendo che : "Se ha gia' fatto tutti quegli esami mi pare che lei si debba tranquillizzare", ma ha aggiunto che:"gli alcoolici hanno un marcato effetto deprimente sulla contrazione cardiaca e aumentano la eccitabilita del muscolo cardiaco".
Le mie deduzioni da paziente ignorante quali devono essere?
Comprendo il discorso sugli alcolici, ma chiedevo cosa fare, come procedere al livello diagnostioco, se devo rifare un check up cardiologico o meno a distanza di tre mesi.
Dalla mia parte chiedevo solo cosa fare e come reagire in questa situazione di stallo.
Non voglio essere indisponente mi creda, perchè capisco che via internet ci si possa imbattere in molta confusione, ma daltronde MedicItalia credo che sia un servizio dove dei Professionisti come lei comprendendo tutte le difficoltà del caso, cerchino di aiutare in maniera comprensiva e meno distaccata quelli che come me brancolano nel buio.
Spero mi voglia rispondere ancora.
Grazie ancora
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
non ha senso ripetere gli esami dopo cosi pochi mesi. certo è che se cosi giovane accede negli alcoolici non è credibile che sia realmente preoccupato per la sua salute.
con questo la saluto
cecchini
[#8] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi ancora Dott. Cecchini,
ma come potrà rivedere dalle mie risposte non assumo super alcolici o litri di vino, solo qualche birra e qualche bicchiere di vino in più.
Non fumo da quasi 10 anni e non faccio uso di droghe.
Sono seriamente preoccupato per la mia salute mi creda...non starei quì chiedere aiuto..
Quindi eviterebbe un chek up cardiologico?
Riassumendo: l'oppressione toracica e la dispnea facendo piccoli sforzi con extrasistole anche una ogni 3 4 battiti, potrebbero essere dovute al reflusso biliare e magari a qualche birra in più?
Per sua esperienza cambiando stile di vita potrei star meglio?
Grazie per la professionalità e cortesia.

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sicuramente potrebbe star meglio , anche dal punto di vista del reflusso.
Arrivederci
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Dott. Cecchni,
Non voglio assillarla, ma avrei bisogno se possibile nei limiti di un consiglio a distanza, poichè la mia attuale situazione è che se faccio anche piccoli sforzi iniziano le extrasistole e la dispnea.
Cosa mi consiglia di fare?
Magari altre indagini o esami.
Se le può aiutare a capire meglio posso, fornire altre informazioni che possono aiutarla a capire meglio la mia situazione, mi chieda pure...

Grazie
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se a Novembre ha eseguto ecostress ed un holter risultati negativi escluderei una patologia cardiaca.
Parli con il suo medico per valutare la opprtunita' di una Rx del torace.
Arrivederci
cecchini
[#12] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Ho fatto una piccola confusione, a Novembre ho fatto un ecg da sforzo ed un eco stress, mentre l'holter nelle 48 ore l'ho fatto a luglio.
Un Rx toracico l'ho fatto a gennaio 2012.
Il mio medico è fuori sede, crede che i miei sintomi possano essere evidenziati con un Rx? cosa si potrebbe sospettare?
Grazie ancora, ma la mia preoccupazione inevitabilmente sale.

[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se lei presenta dispnea ed il suo ecocardiogramma , per giunta sotto stress, e' risultato negativo si possono escludere motivi cardiologici e quindi una Rx del torace potrebbe essere indicata, cosi' come puo' essere indicato ripetere un Holter se in questo momento lei lamentasse aritmie.
Spero di essere stato chiaro . Con questo la saluto.
Arrivederci
[#14] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dott. Cecchini è stato chiarissimo.
Farò un holter e successivamente un rx.
Le farò sapere se non la disturbo come andranno le cose.
Grazie ancora per tutto.