Utente 274XXX
Sono un ragazzo di 21 anni e Soffro da circa 4 mesi e mezzo di acufeni leggeri, il disturbo è bilaterale, ma continuo da una parte ed intermittente dall'altra.. La frequenza è alta e l'intensità fluttuante.. Talvolta, per brevi periodi di tempo, avverto una pulsazione all'interno dell'orecchio, ma solo dal sinistro.. Il disturbo è apparso prima a sinistra e solo ultimamente a destra.. Per ora sto indagando la causa disfunzioni ATM e denti del giudizio. La settimana scorsa sbadigliando avevo dolori nell'angolo della mandibola nel momento di massima estensione della stessa... Una fitta e poi nient'altro. Ora questi dolori non ci sono piu, sono scomparsi. Ho da poco effettuato una panoramica ed il mio dentista ha notato che le radici di entrambi i giudizi (ma in particolare quello di sinistra) hanno stretto rapporto con il tetto del canale alveolare dove passa il nervo trigemino.. La dottoressa generica guardando la lastra ha confermato parlando addirittura di nevralgia...
Ieri pomeriggio/sera per 1/2 ore ho avuto una estrema sensazione di nausea, stile mal di macchina... Peró non ho ne vertigini nè ipoacusia.. Anzi, l'audiometrico è perfetto devo dire che probabilmente ho sviluppato iperacusia (mi danno fastidio i rumori alti, improvvisi ed inaspettati). È possibile che il problema acufeni sia correlato alla vicinanza delle radici alle strutture nervose?
Ho gia tolto i due giudizi superiori senza alcun problema, ne caso degli inferiori potrei incorrere in problemi di paresi o semi-paresi facciale? Il giudizio destro è fuori di 4 punte, il sinistro di due, ma sostanzialmente è a livello, quindi la gengiva diciamo è rialzata e copre le due puntine dietro.
Io mi fido parecchio del mio dentista, ma vorrei avere altri pareri, magari dati da esperienze dirette..
Grazie buon lavoro

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
non ritengo che la sintomatologia che lei riferisce sia da ricondurre ai denti del giudizio, comunque siano messi nei confronti del canale mandibolare; nel caso di estrazione non rischia alcuna paralisi, tranquillo, è una leggenda metropolitana che non è vera. Il nervo è solo sensitivo quindi al massimo rischia diminuzione temporanea, rarissimamente permanente, del labbro inf dal lato operato ma tutto continuerà a muoversi come prima.
Le consiglio di approfondire accuratamente esami otorinolaringoiatrici, magari chiedendo consulti a più di un collega. secondo me è in quell'ambito che troverà la spiegazione ai suoi sintomi, non togliendo i denti del giudizio che possono comunque essere tolti se altri motivi lo indicano.
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Comunque il fatto che non ci sia ipoacusia e che il disturbo sia fluttuante significa nulla?
Estraendo i denti del giudizio ad ogni modo non rischio di peggiorare gli acufeni vero? Perche ho sentito qualche voce discordante anche qui..
[#3] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Comunque il fatto che non ci sia ipoacusia e che il disturbo sia fluttuante significa nulla?

Un significato certamente ce l'avrà, tutto sta a trovarlo e credo che vadano escluse prima tutte le patologie legate all'orecchio

Estraendo i denti del giudizio ad ogni modo non rischio di peggiorare gli acufeni vero?

Lo escluderei
[#4] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Ottimo... Ultima domanda, ( non ho fatto in tempo a riscriverla sotto)... Avere delle piccole fitte di dolore di tanto in tanto all'interno dell'orecchio puo centrare qualcosa con una possibile nevralgia?

Grazie della disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
l'argomento nevralgie è vastissimo e non posso certo sbilanciarmi via web su una diagnosi di questo tipo; comunque il tipo di dolore che riferisce non sembrerebbe riferibile ad una nevralgia propriamente detta.
[#6] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Perfetto..
La ringrazio per avermi dato il suo punto di vista odontoiatrico