Utente 280XXX
Dopo aver fatto 2 spermiogrammi con azospermia (solo nel 2 è stata rilevata la presenza di spermatidi) mio marito ha fatto tutte le altre analisi per comprendere la causa della mancanza di spermatozoi.
I risultati sono i seguenti:

PROLATTINA: 6,8 ng/ml range 2.5 - 17 diff. critica 21%

LH: 4.6 mlU/ml diff. critica 41% range uomo 0.8 - 7,6

TESTOSTERONE TOTALE: 399 ng/dL range 280- 900

FSH 10,94 su range 1,5 12,4

detto ciò abbiamo provveduto a fare le analisi genetiche che sono risultate tutte OK
MICRODELEZIONE DEL CROMOSOMA Y: NEGATIVO
FIBROSI CISTICA: NEGATIVO
CARIOTIPO: NEGATIVO

INIBINA B : 82 (range 78-250)

è stato inoltre, diagnosticato un varicocele di 3 grado

A questo punto si aprono due strade:
a) intervenire chirurgicamente per eliminare il varicocele (da alcuni sconsigliato, perchè ormai ha fatto gravi danni e forse non potrebbe migliorare la situazione).
b) fare una terapia con questi 2 farmaci ( ANDROSITOL E CHIRONIAN) per 4 mesi e poi tentare una biopsia testicolare per cercare qualche spermatozoo....

Voi cosa ci consigliate?


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il varicocele è da fare poi si valuta come vanno le cose. Eventualmente se non migliorasse alcunchè vale la pena di tentare biopsia testicolare. La terapia medica prescritta migliora la qualità di ev. spermatozoi eiacvulati o ritrovati alla chirurgia, ma non ripristina di per se la spermatzogenesi.
[#2] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la sua celere risposta.
Resto incerto sull'intervento solamente perchè vorrebbe dire attendere come minimo 6 mesi prima di avere un qualche miglioramento e purtoppo io ho 39 anni, quindi temo, con l'avanzare dell'età ed in queste condizioni, che veramente ci siano sempre meno probabilità di trovare qualcosa.

Ad ogni modo il fatto che lei mi dica di operarmi mi fa molto riflettere...se veramente questo potrebbe portare un miglioramento lo farò subito...

Sui valori dei miei esami, può darmi un parere ?
Grazie


[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Nessuno può predire come andranno gli interventi. E non vi è limite di età per essi.
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
leggo ora il suo post. Vorrei chiederle alcune informazioni aggiuntive:
-quanti anni ha sua moglie?
-nel suo primo post lo spermiogramma indicava possibile infezione delle vie seminali; ha eseguito qualche trattamento specifico per infezione?
-sa darci l'informazione se il volume dei suoi testicoli è nella norma o ridotto (per esempio alla visita andrologica o se ha eseguito una ecografia testicolare)?
Grazie.
[#5] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
rispondo subito alle sue domande:
1) Mia moglie ha 32 anni
2) Il mio primo spermiogramma rilevava questi dati:

VOLUME ml 3,8
COLORE biancastro
PH 8,7
VISCOSITA aumentata ++
LIQUEFAZIONE completa

esame a fresco
N. NEMASPERMI/ML: assenza nemaspermi (anche su campione centrifugato)
N. NEMASPERMI TOTALI
MOTILITA DOPO 30'
PROGRESSIVI
DEBOLMENTE PROGRESSIVI
NON PROGRESSIVI
IMMOBILI
CELLULE ROTONDE/ML <1.000.000
CELLULE EPITELIALI: assenti
AGGLUTINAZIONI: assenti
PSEUDOAGGLUTINAZIONI:assenti

esame morfologico
FORME FISIOLOGICHE: /
FORME PATOLOGICHE: /
ANOMALIE %
TESTA: /
TRATTO INTERMEDIO: /
CODA: /
MISTE: /
CELLULE DELLA SPERMATOGENESI/100 NEMASPERMI : /
LEUCOCITI /ML <1.000.000
EMAZIE: assenti

3) Non ho eseguito nessun trattamento per infezioni alle vie seminali.

4) Ho eseguito un ecocolordoplerr a seguito dell'ipotesi, poi confermata, di un varicocele di 3 grado, e il medico che mi ha fatto precedentemente la visita (urologo) non ha rilevato nessu volume ridotto dei testicoli.

Sarei lieto di capire se potrebbe essere utile fare un trattamento per la presenza di leucociti nel liquido spermatico.
Resto in attesa di un suo parere visto il quadro globale della situazione.
Grazie

[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
I suoi leucociti non sono significativi, neè indicativi di infiammazione.
[#7] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
a questo punto cosa consiglia?
[#8] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
In effetti il suo spermiogramma non evidenzia infezione in atto, per cui ora cade l'ipotesi di un trattamento antibiotico.
Alla luce dell'età di sua moglie e delle altre informazioni che ci invia concordo sull'ipotesi del trattamento del varicocele, da effettuare con modeste aspettative. Esistono cioè possibilità di miglioramento del quadro seminologico, ma non sono molte.
[#9] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta,
venerdì ho un appuntamento con un altro luminare di infertilità e dopo aver sentito anche il suo parere decideremo se operare li varicocele oppure tentare direttamente la biopsia testicolare per concentrarci direttamente sulla possibilità di una gravidanza.
E' pur vero che mia moglie non è tanto grande, ma non ha nemmeno 20 anni perciò iniziare il prima possibile un protocollo per PMA potrebbe, speriamo, dare risultati che magarii tra 2 anni sarebbero insperati.
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
in maniere diverse sia io che il Edoardo Pescatori che labbiamo detto la stessa cosa. Ci aggiorni dopo la vgisita.
[#11] dopo  
Utente 280XXX

Iscritto dal 2012
Mi sono sottoposto ad una visita endocrinologica nel corso della quale è stata anche fatta un'ecografia testicolare.

Il medico mi ha fatto rifare alcune analisi, e altre nuove sempre legate a valori ormonali.
L'FSH oscilla sempre tra 10-11. non ha voluto prescrivermi una terapia ormonale.

Mi ha consigliato piuttosto di effettuare una cura di 2 mesi con Gonasi 2000 per migliorare l'ambiente (queste le sue parole) e poi tentare una TESE.

Sono incerto sul fatto che non si possa tentare una cura ormonale per l'FSH.
Leggo valori molto più alti dei miei...lui mi ha detto che ormai oltre 8 non si danno farmaci...ma può essere?

Che ne pensate del gonasi?