Utente 193XXX
buongiorno, sono un uomo di 47 anni e ultimamente ho avuto problemi di erezione. Dopo vista medica dal mio medico di famiglia, lui stesso mi ha consigliato di provare cialis one day 5. Avevo provato già un ciclo di 14 pastiglie circa un anno fa con nessun risultato. Ora con una nuova compagna mi ha consigliato, visto il mio problema di carattere psicologico (con masturbazione tutto regolare), di riprovare un nuovo ciclo. I risultati sono ottimi e gratificanti per me questa volta già dalla prima assunzione. Ora sono arrivato alla sesta pastiglia. Il problema è che da due giorni accuso male alla muscolatura delle gambe continuo, anche di notte. E' il caso di sospenderla o posso continuare? Mi dispiacerebbe visto il risultato della cura. Gentilmente vorrei fare un'altra domanda. E' necessario prenderla tutti i gironi oppure potrei prenderla a giorni alterni? Curiosità nata dal fatto che visto i risultati più che ottimi magari potrebbe bastare una quantità di mg inferiore nell'arco delle 24 ore. Ringrazio in anticipo della cortese attenzione M.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

i sintomi "muscolari" da lei lamentati possono essere collegati al farmaco da lei citato.

Detto questo poi tutte le variazioni e le indicazioni terapeutiche specifiche che lei pone devono e possono essere risolte solo con il suo andrologo di riferimento, quello che ha valutato attentamente la sua situazione clinica in diretta ed indicato infine la terapia ora in corso.

Cordiali saluti.



[#2] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco
52% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Gentile Utente,
senza nulla togliere al suo medico di famiglia, la situazione è stata valutata anche da un andrologo?
Se effettivamente, come Lei sostiene, l'origine del problema risiedesse non nel corpo ma nella psiche, perché affidarsi ai farmaci per curarlo?

Allego letture di approfondimento degli aspetti di mia competenza:

http://www.medicitalia.it/paola.scalco/news/1852/Ansia-da-prestazione-e-spectatoring

http://www.medicitalia.it/paola.scalco/news/2433/Ho-un-disturbo-sessuale-ma-mi-vergogno-a-parlarne


Cordialmente,



[#3] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera, dopo una visita specialistica di un andrologo, lo stesso ha registrato un deficit erettile psicogeno, consigliando di assumere levitra 10mg orodispersibile al bisogno e tradamix1000 1cp al giorno per due mesi. Devo dire che i risultati sono stati ottimi fin dalla prima cp di levitra senza registrare alcun effetto collaterale, come era stato invece nel caso della terapia precedente di cialis on day. Il mio quesito è questo. Visto l'ottimo risultato del levitra orodispersibile 10mg ho provato dopo aver terminato la prima scatola da 4cp, a tagliare in due la cp orodispersibile per due motivi: uno per non assumere una quantità di medicinale e uno per vedere i risultati con 5mg. Devo dire che la prima metà ha funzionato bene con risultati uguali a quella da 10mg, mentre con la seconda, presa a distanza dalla prima di circa 24 ore, i risultati sono stati si uguali alla prima metà ma ho riscontrato una leggera sudorazione, nausea e vertigine. Visto che sulla scatola è indicato di non spezzare la cp è possibile che la seconda metà abbia avuto questi effetti collaterali malgrado avessi protetto bene la metà cp con foglio di alluminio? Si può inoltre dividere in due la cp? Grazie.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se il suo è un problema prevalentemente psicologico, si può iniziare con una terapia al bisogno, come quella indicata ma, soprattutto se il problema dovesse permanere, potrebbe essere utile approfondire e meglio chiarire le eventuali cause pscologiche all'origine della sua disfunzione sessuale e quindi sentire in diretta anche un esperto psicologo.

Infine mai spezzare farmaci, soprattutto sei orodispersibile, come quello indicatole, infatti in questo caso è facile alterarne le caratteristiche farmacologiche.

Ancora un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Ringrazio per la gentile attenzione e la cortese ed esaudiente risposta. Vorrei chiedere gentilmente un'altra informazione. L'andrologo mi ha prescritto il levitra 10mg orosolubile per la praticità d'uso, e devo ammettere che è molto comoda da prendere al bisogno. Ma dato che ho una compagna fissa e quindi posso a volte come dire pianificare il rapporto, pensavo di potre prendere il levitra 5mg cp classica oppure il lebìvitra 10mg orodispersibile a seconda del momento. Però leggo dal bugiardino che dice "faccia particolare attenzione se sta usando altri trattamenti per le difficoltà di erezione, compreso levitra compresse rivestite con film" e "non prenda le compresse orodispersibile insieme con qualsiasi altra formulazione di levitra". Questo significa che si può avere iterazione tra le due tipologie di compresse pur essendo lo stesso medicianale? O ancora si può considerare il mio un trattamento prendendo la compressa non quotidianamente ma al bisogno, inidcativamente circa ogni due/tre anche quattro giorni di distanza?. Grazie M.G.
[#6] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
se il deficit erettivo non ha un'etiologia organica, non equivale a dire che non la abbia psicogena, ma che le cause da ricercare sono altre ed altrove .

Solitamente la farmacoterapia, soprattutto in pazienti giovani come Lei, va sempre corredata da una terapia psicologica con particolare attenzione alla sfera della sua sessualità, che investighi le cause del d.e per rimuoverle, anche mentre lei è sotto farmacoterapia, al fine di restituirle serenità e salute sessuale, in fase di successivo svezzamento farmacologico.

Consideri, che per ogni disfunzione sessuale, dobbiamo analizzare:
-i fattori predisponenti,
-fattori precipitanti
-i fattori mantenenti ,
-la “storia del disturbo” , senza questa anamnesi clinica, non si può parlare di protocollo terapeutico adatto a Lei ed alla Sua storia sessuale ed emozionale


Le allego qualche lettura di approfondimento

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-il-sintomo-va-sempre-tolto-o-talvolta-mantenuto
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-10-cose-da-sapere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologica-dalla-terapia-orale-per-il-deficit-erettivo
http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il rischio che lei sta correndo è quello di pasticciarsi e decidere da solo quello che è giusto fare e prendere.

Non decida da solo di riferimento.

Con lui poi ridiscuta per bene tutto il suo particolare quadro clinico.

Ancora un cordiale saluto.