Utente 322XXX
Mia figlia di 15 anni da due mesi è in dialisi a causa di una glomerulo sclerosi focale segmentale.
A giugno verrà messa in lista per il trapianto.
Visti i pareri discordi dei vari medici che l'hanno seguita fino ad ora, volevo chiedere per quanto tempo dovrà fare dialisi perchè la malattia si spenga del tutto così da permettere una più buona riuscita di trapianto e ridurre al minimo il rischio di un rigetto.
Ringrazio fin d'ora per una cortese risposta e porgo distinti saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Bruno Gianoglio
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
La permamenza in dialisi non influenza la riuscita del trapianto nè riduce il rischio di rigetto che peraltro, con gli attuali schemi di terapia immunodeppressiva, è molto basso. La ragazzina può quindi essere iscritta in lista trapianto anche precocemente. Purtroppo la malattia di base presenta un rischio significativo di recidiva sul rene trapiantato.

Bruno Gianoglio
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la tempestiva risposta.
Allora,non è vero che se mia figlia fa dialisi per un periodo di tempo più lungo,la malattia diminuisce di aggressività e il rischio che ci sia una recidiva è inferiore?
[#3] dopo  
Dr. Bruno Gianoglio
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Sono vecchie teorie, senza essere imprudenti la si può iscrivere in lista nelle prossime settimane
[#4] dopo  
Dr. Massimo Gai
24% attività
0% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Nonostante il rischio di una recidiva della glomerulosclerosi i vantaggi di fare il trapianto sono indubbi. La ragazza va studiata bene prima di essere messa in lista trapianto e il riferimento deve essere il Centro Trapianti.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2007
Carlotta ha già effettuato tutti gli esami per essere messa in lista presso il centro trapianti di Padova e sono risultati tutti negativi.
I medici mi hanno detto che a giugno potrebbe essere messa in lista tranquillamente.
Carlotta in questi tre mesi ha dovuto affrontare molte situazioni difficili tra cui due fistole e un Quinton, che sta usando ancora per effettuare la dialisi. La mia paura è che psicologicamente non sia in grado di affrontare un immediato trapianto, soprattutto se il rischio di recidiva nella sua malattia è abbastanza alto. Mia figlia è una ragazzina di 15 anni molto forte e piena di vita e voglio cercare in tutti i modi di scegliere quello che è meglio per lei e poter affontare serenamente e sicurezza la sua situazione.
Vi ringrazio e porgo distinti saluti.
[#6] dopo  
Dr. Bruno Gianoglio
24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2000
Nessuno le può dare garanzie assolute ma la strada del trapianto è sicuramente la più ragionevole per sua figlia. Il Centro di Padova è un centro di eccellenza in italia.