Utente 659XXX
Gentili dottori,
vi pongo il mio problema anche se mi recherò al più presto dal mio dottore per una visita più accurata.Come da titolo mi ritorvo da meno di una settimana dei brufoli di dimensioni medie 5mm di diametro circa che sembrano riasorbisi ma non scompaiono del tutto e poi riappaiono sempre sulla pelle del pene da un'altra parte.Specifico anche che non sono piene di pus e non secernono nessun tipo di liquido sono solo un po più chiare del colore della pelle e sono leggermente dolorose (forse più fastidio che dolore) proprio comequando esceun brufolo "normale". Premetto anche che sto con la mia ragazza da 1 anno e tre mesi e sono fedelissimo quindi escluderei comportamenti malsani da ambedue i lati l'unico appunto che vorrei fare e che lei soffre spesso di candida per via dell'uso della pillola anticoncezionale anche se sta provvedendo con una visita ginecologica.Posso stare tranquillo o mi devo preoccupare? Lo so che non potete fare diagnosi online maanche una parola di conforto è ben accetta grazie
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, molteplici sono le situazioni che possono rientrare nella descrizione da lei fatta che la cosa più utile è effettuare una visita Venereologica, per cercare perlomeno di avere un orientamento se non una diagnosi precisa.Quindi con la massima tranquillità d'animo effettui tale visita specialistica, per chiarire tutti i suoi dubbi che, finchè rimangono tali, possono solo arrecarle ansie.
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
4% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Una visita dermatologica accurata permetterà di giungere ad una diagnosi precisa (es: mollusco contagioso, verruche genitali, etc) in modo tale da poter programmare una terapia mirata al Suo problema. Cordiali saluti e in bocca al lupo.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle utente,

la parola di conforto è sempre recata, ma dal mio punto di vista il conforto deve essere quello diagnostico:

provveda ad effettuare la visita Venereologica (con l'esperto di cute e mucose genitali) per definire con chiarezza quello che telematicamente oscilla fra una patologia sessualmente trasmissibile e molte altre dermatosi, esclusa, perlomeno dalla raccolta dei dati clinici telematici, una candidosi.

cari saluti

[#4] dopo  
Utente 659XXX

Iscritto dal 2008
Gentili dottori,
seguirò i Vostri consigli ringrazio per la celerità e l'accuratezza nelle Vostre risposte. Complimenti ancora per il servizio.

Grazie