Utente 201XXX
Gent.mo Dottore
Approfitto dell’occasione per esporle un mio problemino nel mio problemone.
Ho 60 anni e due anni fa mi hanno diagnosticato il morbo di Parkinson (problemone). Sino ad oggi la malattia non ha subito un peggioramento drastico ma, grazie al lavoro in palestra, all’alimentazione ipoproteica e a una cura mirata, la patologia si è mantenuta pressoché costante.
Ma vediamo il problemino: alcuni giorni fa le gambe(soprattutto) e le braccia si sono colorate i macchie circolari rosso scuro…………LIVEDO RETICULARIS fattore dovuto molto probabilmente scatenato dall’assunzione di uno o piu’ farmaci da me assunti giornalmente per rallentare il progredire della malattia degenerativa.
La terapia giornaliera attuale è la seguente:
½ SINEMET100/25+2JUMEX5+2MANTADAN100+1REQUIP8+1ANAFRANIL+1SURMONTIL
Le chiedo cortesemente se:
Riconosce tra questa chimica farmaceutica qualche sostanza(o sostanze ) che potrebbe essere la responsabile dell’antiestetico problema?
La LIVEDO RETICULARIS è una importante patologia? posso tranquillamente trascurarla al fine di non modificare la terapia antiparkinson che sta funzionando alla perfezione?
Esiste, secondo lei, una terapia che possa essere utile ad entrambe le patologie?
Rimanendo in attesa del suo autorevole pensiero in merito, colgo l’occasione per porgerle i miei più distinti saluti.
Cordialità Fulvio Alfio

P.S. Il mio dottore non ha le idee molto chiare ed è per questo che approfitto del vostro preziosissimo e serio parere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
è ovviamente necessario valutare ogni possibilità; in effetti esistono segnalazioni di livedo reticularis indotta da farmaci, e anche per l'amantadina.
Ne riparli con i colleghi neurologi (dovrebbe essere possibile sospendere temporaneamente il farmaco - e poi ricominciare ad assumerlo - per valutare l'effettiva presenza di un nesso causale).
E magari ci aggiorni.
Saluti,