Utente 785XXX
buongiorno,
mi chiamo Elena, ho 26 anni, verso al fine di dicembre, sono andata al pronto soccorso poichè non riuscivo più a muovere la mano destra, sentivo un forte dolore all'osso del pollice.
Mi è stata fatta una lastra e quindi diagnosticata, dopo una visita dal chirurgo della mano, la RIZOARTROSI, il medico mi ha detto di tenere un tutore e per il dolore di applicare dei cerotti antidolorifici.
La Dottoressa mi ha detto che visto che è il primo episodio di non preoccuparmi e che circa dopo un mese mi sarebbe passato. Visitandomi ha notato che anche l'altra mano ha lo stesso problema.
Siamo a Marzo e il dolore non è ancora passato, da quando mi ha visitato, ha cominciato a farmi male anche l'altra mano.
Sto tenendo il tutore sulla mano destra che è quella che mi fa più male, praticamente tutto il giorno.
A fasi alterne, il dolore passa, ma poi ritorna. e' fastidioso perchè mi impedisce di fare molte cose (cucinare, pulire etc..), tra l'altro mi risulta praticamente impossibile non usare la mano, sia per il lavoro che per il resto.
in ospedale mi hanno detto che nei casi più estremi si può operare e che questa malattia, quando sarò più vecchia mi porterà senza dubbio a soffrire di artrosi.
Cosa posso fare per guarire? ci sono esercizi? posso applicare qualche crema?
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

può solo bloccare o rallentare l'evoluzione dell'artrosi utilizzando un idoneo tutore (sempre di notte, spesso durante il giorno) e fare le infiltrazioni intra-articolari con acido ialuronico.

Queste sono le uniche vere terapie. Le altre, mirano solo a contenere il dolore.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

può solo bloccare o rallentare l'evoluzione dell'artrosi utilizzando un idoneo tutore (sempre di notte, spesso durante il giorno) e fare le infiltrazioni intra-articolari con acido ialuronico.

Queste sono le uniche vere terapie. Le altre, mirano solo a contenere il dolore.

Buon pomeriggio.
[#3] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
in cosa consistono le infiltrazioni intra-articolari?
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si inietta acido ialuronico all'interno dell'articolazione trapezio-metacarpale, per migliorare lo strato cartilagineo che nell'artrosi subisce danni.
[#5] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
buongiorno, a maggio sono tornata in ospedale e rifacendo le lastre ad entrambe le mani non si è rilevato nulla.
Dopo un'ulteriore visita ortopedica, un'altra dottoressa visitandomi mi ha diagnosticato una tenosinovite ai flessori (pollice e indice).
Mi ha prescritto un ciclo di cerotti antinfiammatori da mettere 24 ore su 24 ore e un'altro ciclo di cerotti antinfiammatori da mettere solo la notte.
Successivamente un ciclo di onde d'urto.
Terminate queste terapie, mi ha detto che se non fosse passato il problema, avrei dovuto fare un'altra visita e fissare un piccolo intervento ad anestesia locale per risolvere il problema.
Siamo a settembre e purtroppo il dolore è sempre più forte e talvolta si estende anche a tutto il braccio fino quasi all'ascella.
Il dolore non i fa nemmeno dormire la notte quando viene forte, cerco di non sforzare la mano e di usarla il meno possibile.
Faccio l'impiegata e forse anche l'uso del mouse aggrava il dolore, può essere?
Non so come comportarmi, anche perchè questa infiammazione mi è stata diagnosticata solo con una visita senza fare ulteriori accertamenti.
Esiste un esame specifico per capire se realmente è questo il problema? non so un'ecografia magari?
Non so se provare a parlare anche con un altro ortopedico in un altro ospedale oppure continuare ad andare nello stesso anche se ad ogni visita (facendole con la mutua), mi assegnano una dottoressa diversa.
cosa mi consiglia???
grazie mille per il sostegno...
Elena


[#6] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Potrebbe consultare un altro chirurgo della mano, nel caso le terapie prescrittele non dovessero funzionare, ma prima deve attenersi alle terapie di cui mi parlava nel post precedente.
[#7] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
tutte le terapie sono state fatte, cerotti e anche onde d'urto (tra l'altro dolorose!)...ma senza risultati....
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In questo caso, va fatta una diagnosi certa, sulla base della quale impostare una terapia piu' efficace.

Se fosse confermata una tenosinovite, a seconda del tipo e del livello di gravita', questa potrebbe essere risolta con infiltrazioni locali o con un intervento chirurgico, vista la scarsa o nulla risposta alle terapie effettuate.
[#9] dopo  
Utente 785XXX

Iscritto dal 2008
c'è un esame specifico che posso fare per esempio un'ecografia per questo tipo di problema?
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Potrebbe fare un'ecografia, ma tanto vale farsi vedere direttamente dallo specialista.