Utente 293XXX
Gentilissimi Dottori,
vorrei porre alla Vs cortese attenzione il caso di mio papa, per una tosse stizzosa ingravescente che si porta dietro da 30 anni papà è stato sottoposto a rx che hanno evidenziato un nodulo polmonare, ha eseguito dunque TC, che ha confermato la presenza del nodulo 21mm nel polmone sn e un'altro a dx 15mm, ha eseguito la PET che riporta: in corrispondenza del segmento posteriore del lobo polmonare superiore sx, si documenta una focale ipercaptazione di FDG (SUV max 5.1) ), di sospetta natura evolutiva.
Non valutabile da un punto di vista metabolico l'altro nodulo segnalato a livello dello sfondato costo frenico posteriore ds per la presenza di artefatti da movimento respiratorio che ostacolano anche la valutazione del passaggio toraco-addominale. si segnala una focale ipercapatazione in corrispondenza della prima porzione del sigma, riferibile in prima ipotesi a polipo e meritevole a discrezione del referto clinico, di valutazione endoscopica. Non lesioni focali ipercaptanti di sospetta natura evolutiva nei restanti distretti corporei.
Ha eseguito una colono scopia-polipectomia, si è proceduto all’ asportazione della formazione polipoide sessile di circa 18mm, di aspetto simil villoso. In corso esame istologico, assicurando che non c’è legame fra questo e i noduli polmonari.
Visto tutto ciò avevano inizialmente deciso di fare l'ago aspirato su tutte e due i noduli polmonari, poi ci richiamano dicendo che in equipe hanno deciso di operare solo il nodulo polmonare sn e con video toracoscopia al 50%, e tenere sotto controllo l'altro nodulo.
Papà è seguito a Milano.
[#1] dopo  
Dr. Andrea Denegri
24% attività
0% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,

dal caso descritto così accuratamente si può con ragionevole sicurezza affermare che l'approccio propostoLe a Milano è più che corretto soprattutto se la prima procedura viene eseguita in videotoracoscopia.
Non che voglia permettermi di esprimere un giudizio sui Colleghi ma credo che questa sia la risposta alla domanda da Lei posta.

Potrei essere più preciso se sapessi l'età di suo papà e se ha delle patologie associate importanti come cardiopatie (pregressi infarto, diabete, bpco) e i dati relativi alla sua funzionalità polmonare. Credo comunque che questi siano parametri già presi in considerazione a Milano.

Spero di esserle stato utile, rimango comunque a disposizione per ulteriori chiarimenti.

AD

[#2] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo Dottor Andrea Denegri,
Prima di tutto la ringrazio per la così celere risposta,
nel taglia incolla della domanda che prima ho salvato su un word per paura di dover poi riscrivere tutto, ho saltato la fine del quesito con le informazioni che ovviamente mi ha chiesto e che giustamente a Milano Hanno preteso prima di decidere il dafarsi.

Vorrei sapere se secondo voi….. è questa la decisione giusta? Domanda alla quale mi ha gentilmente risposto , io potrei allegarvi tutti i referti in pdf, e ho anche i cd sia della tac che della pet, intanto ha eseguito visita cardiologica al Monzino di MILANO, VISITA PNEUMOLOGICA, esami del sangue ecc., tutto è nella norma papà ha 63 anni non ha mai fumato e non beve alcolici ma è affetto da diabete mellito per il quale è in cura anche perche purtroppo è in sovrappeso.
Il mio dubbio era questo perchè prima volevano fare l'ago aspirato e poi hanno deciso di operare, e se l’altro nodulo fosse maligno non sarebbe metastasi del primo, il chirurgo toracico dice che lo hanno deciso in equipe, ma sarà stato l’oncologo ad assicurare che l’altro non è metastasi forse in base al fatto che alla pet ed alla tc non si apprezzano linfoadenomegalie ilomediastiniche?
Cosa sperano di trovare durante l’intervento, e cosa invece potrebbero trovare?
scusate ma sono preoccupata per papà e mi assalgono molti dubbi.
Porgo distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Andrea Denegri
24% attività
0% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
Buonasera,

suo papà è un uomo giovane e quindi bisogna garantirgli il massimo delle possibilità di guarigione.
Dalla PET è altamente probabile che il nodulo a sinistra sia un piccolo tumore. Bisognerebbe vedere le immagini per capire se è aggredibile in toracoscopia per un esame estemporaneo durante l'intervento. Se questo esame confermasse che il nodulo è un tumore primitivo del polmone allora bisogna eseguire una lobectomia polmonare (eventualmente sempre in videotoracoscopia). Ovviamente se il nodulo risulta qualsiasi altra cosa l'intervento finirebbe con la sola asportazione del nodulo.
Difficile (ma non impossibile) che non vi siano linfoadenopatie mediastiniche e però vi sia una metastasi controlaterale. Il nodulo di 1,5mm purtroppo non è ben tipizzabile alla TC-PET ma, Le assicuro, non sempre una biopsia TC guidata di un nodulo piccolo e in quella posizione è diagnostica. Non bisogna trascurare anche l'ipotesi che il nodulo a destra potrebbe essere un altro tumore primitivo e l'assenza di linfonodi indicherebbe il trattamento chirurgico. Il suggerimento di controllarlo è, a mio avviso, una procedura corretta.
Questi pareri purtroppo non sono supportati dalla visione delle immagini PET e TC. Se Lei avesse modo di inviarmele potrei essere forse più preciso.
Inoltre la discussione di un caso come quello di suo papà senza vedere bene la documentazione elimina tutte quelle sfumature decisionali che sicuramente il Colleghi avranno valutato.
Come è corretto che sia mi sembra di capire che la decisione terapeutica è stata discussa multidisciplinarmente è questa è la granzia che sono state fatte tutte le valutazioni opportune.
Stia tranquilla e si affidi ai Colleghi che sicuramente daranno a suo papà le giuste cure.

Saluti

AD
[#4] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
Dottor Andrea Denegri,

la ringrazio infinitamente per l' esaustiva risposta, e le sono grata per il tempo che dedica a questo servizio.
Ho posto queste domande non perché dubito dei medici che seguono papà, ma perché purtroppo non abitando a Milano ma in Calabria, ci è stata gentilmente comunicata la decisione per telefono (risparmiandoci un altro viaggio) e andremo li il giorno dell’intervento, e come ha sicuramente compreso nell’attesa s’inizia a pensare forse troppo.

Se non la distrurbo troppo le farò sapere l’esito dell’intervento.

Porgo distinti saluti
[#5] dopo  
Dr. Andrea Denegri
24% attività
0% attualità
8% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
Mi fara' molto piacere se mi dara' notizie di suo papa'.

Saluti

AD
[#6] dopo  
Utente 293XXX

Iscritto dal 2013
GRAZIE