Utente 193XXX
Buongiorno,
dall'estate scorsa, dopo una settimana di forte stress, ho cominciato ad accusare dei "pizzichi" al cuore, soprattutto più a sinistra.
Preoccupata, dopo due giorni sono andata al pronto soccorso, dove mi hanno dimessa con diagnosi di "stato d'ansia" e null'altro.
Non convinta il giorno dopo sono andata dal mio medico di base, che mi ha rassicurata dicendomi che non avevo nulla.
Questi sintomi fino a qualche tempo fa erano occasionali, soprattutto quand'ero particolarmente rilassata (es. in divano) ed erano appunto dei pizzichi e delle leggerissime sensazioni di compressione, come se qualcuno spingesse leggermente il mio petto.
Ora i fastidi si fanno sempre più frequenti e più accentuati. Oggi ho avuto un fastidio più forte del solito, non vorrei dire un dolore vero e proprio ma quasi.
Il mio nuovo medico di base dice anche lui di stare tranquilla, ho guardato su interne le extrasistole (guardando anche gli altri consulti su questo sito), ma non riesco a capire se è il mio caso, ed eventualmente che controlli dovrei fare!
Sono molto allarmata, anzi francamente ho TANTA paura!
Sono una persona ansiosa, e negli ultimi mesi ho subito forti stress.
Cosa posso fare? Cosa devo pensare?
P.S. da un pò di mesi soffro di parestesie alla mano dx, ho già in programma un ellettromiografia, ma il mio medico dice che dovrebbe essere dovuto al mio problema di cervicali...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' improbabile da quanto descrive che possa trattarsi di extrasistoli e tantomeno di problemi cardiaci. L'ansia sicuramente amplifica i sintomi che possono anche essere dei banali risentimenti muscolari. Forse non è il caso di andare alla ricerca di improbabili patologie anche extracardiache e quindi l'elettromiografia potrebbe essere eccessiva e comunque và prescritta daun medico. Personalmente le consiglierei di fare un RX della colonna cervicale e sopratutto di affidarsi adun supporto specialistico psicologico.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio infinite per la risposta!
Un'ultima domanda: ieri ho avuto ripetutamente dei dolori e posso specificare meglio la sensazione: bruciore, un intenso bruciore.
Posso considerare anche questo un semplice risentimento muscolare?

Questi sintomi spariranno col tempo (se prenderò i dovuti provvedimenti a livello psicologico e quindi cercherò di stare più rilassata) o sono sintomi che rimarranno?
Con gli anni potranno portare a dei problemi?
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono compatibili con un'origine cardiaca....se sono localizzati al torace potrebbero dipendere da un reflusso gastroesofageo, se sono alla mano potrebbero dipendere da un'ernia della colonna cervicale...
saluti
[#4] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la Sua velocissima risposta!
In effetti soffro anche di gastrite, anche se è da molto che non ho dolori allo stomaco. Ma non escludo che il mio corpo abbia cambiato "modalità di sfogo".
La ringrazio ancora Dottore! Sono già più tranquilla.
Avere una rassicurazione in più è sempre meglio.
Saluti.