Utente 294XXX
Buonasera,sono una ragazza di 21 anni ed è circa un anno che ho problemi di salute. Tutto cominciò quando iniziai a prendere la pillola anticoncezionale yasmin, per problemi di flusso abbondante e irregolare.Con il passare dei mesi, iniziai ad avere problemi di stanchezza, ansia, perdita di tono muscolare,gonfiori e intolleranze alimentari. Questi sintomi all'inizio erano lievi, quindi, continuai ne l'assunzione,ma,poi si aggravarono tanto da portarmi alla sua sospensione. Nonostante l'interruzione del farmaco i sintomi peggiorarono molto e a questi si aggiunsero dimagrimento, sfoghi cutanei,forti mal di pancia, problemi digestivi, nausea e stanchezza eccessiva tanto da essere costretta a letto. Allora,mi furono prescritte diverse analisi del sangue tra cui emocromo, analisi delle urine e del fegato, ecografia pelvica e analisi per la celiachia.Tutto risultò normale tranne un leggerissimo rialzo dei monociti e ferro e ferritina bassa(penso dovuto al ciclo). Così attribuii i miei sintomi alla sospensione della pillola e decisi di aspettare qualche settimana, ma nel frattempo seguii comunque una dieta priva di glutine consigliatami dal medico. Dopo circa un mese ebbi dei netti miglioramenti, così tornai alle miei abitudini. I sintomi ricominciarono con malessere generale, stanchezza, giramenti di testa con fastidiosi sbandamenti, anemia da ferro e forti dolori alla schiena e al fianco sinistro.Col passare del tempo i sintomi peggiorarono costringendomi a letto così rieseguii le analisi dell' emocromo e una ecografia addominale.Dalle analisi risultò una lieve infezione renale da e.coli e microlitiasi.Così fui ricoverata .I medici eseguirono altre analisi tutte negative, tranne il colesterolo a 230.Mi fu data la cura e dopo qualche mese migliorai molto. Nonostante i miglioramenti, continuai sempre ad avere malessere, forte debolezza e dolore e gonfiore al fianco sx e alla schiena, specialmente dopo i pasti . Eseguii di nuovo analisi delle urine e ecografie: tutte negative. (Ho dimenticato di informarla che nelle analisi del sangue, eseguite frequentemente, risultarono spesso le transaminasi leggermente alterate).Ricontrollai le transaminasi che risultarono molto piu alte: ALT57, AST89. Ora, dopo quasi un anno dall'inizio dei miei problemi, mi trovo ancora con i sintomi di sopra elencati. Mi sono rivolta a un gastroent. che mi ha fatto fare analisi specifiche per il fegato:tutte nella norma tranne IGA 51, ALTeAST leggermente alterati, coleterolo 245 nonostante segua una dieta leggera e priva di grassi. Sto aspettando la risposta delle analisi genetiche Dq2,Dq8 e sto seguendo nuovamente una dieta senza glutine. Nonostante non sia più debole come prima, continuo ad avere questi forti dolori e gonfiori al fianco sx, alla zona lombare e giramenti di testa con debolezza.
Seondo lei di cosa si tratta? Anche se fossi celiaca perchè continuo ad avere questi forti dolore e l'astenia?
Grazie per l'attenzione e spero in una sua soddisfacente risposta.Buonaserata

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
16% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregia utente,
stante che dare un giudizio preciso senza una valutazione del paziente e della documentazione è molto difficile,ritengo il problema ascrivibile a problematica di natura gastroenterologica e lo racchiuderi in due sospetti clinic (celiachia o anche gluten sensitivity e/o colon irritabile.).
I dati da Lei presentati fanno pensare ad una celiachia quando riferite un miglioramento netto con la dieta senza glutine e la presenza di una dolorabilità dopo i pasti sta bene anche con un colon irritabile.. In termini pratici farei così: continuerei con la dieta senza glutine valutando bene la presenza di miglioramenti ad essa correlati,valuterei la necessità di utilizzare farmaci che si utilizzano nel trattamento del colon irritabile associandoli a fermenti lattici (cicli di 15 giorni mese).Controllerei periodicamente (annualmente) l'ecografia addominale completa valutando bene la presenza di calcoli renali e l'eame urine con urinocoltura (ogni 4 mesi) per eventuali infezioni e/o microematuria (segno indiretto di microcalcolosi e infezione).
A disposizione per chiarimenti
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera gentile dottore.
Innanzitutto la ringrazio molto per la celere risposta.
Quindi lei mi consiglia di rieseguire un ecografia e le analisi delle urine?
(Gli ultimi controlli risalgono a circa un mese fa).
Ho dimenticato di informarla che sto assumendo Florbarry da circa 4 mesi , 10 giorni al mese. Mi è stato consigliato di continuare la terapia per la durata di un anno.
Nel frattempo attendo i risultati delle analisi del sangue genetici per la celiachia.
La ringrazio ancora per il suo aiuto.
[#3] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
16% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
egrgeia utente,
concordo con la terapia impostata (florberry),l'ecografia va ripetuta annualemnte.ritengo i suoi problemi di origine gastroenterologica e continuerei per questo la dieta senza glutine.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottore,
mi scusi se la disturbo ancora, ma ho notato da un periodo a questa parte che le mie feci presentano delle striature bianche. Ultimamente mi è capitato di notare che queste parti bianche aumentino di grandezza o che gran parte di esse assumano questa tonalità.
inoltre il dolore al fianco sinistro aumenta e la debolezza persiste(anche se in maniera minore). Di cosa si può trattare secondo lei? perchè le mie feci sono di quel colore?
la ringrazio ancora.
[#5] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
16% attualità
16% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
egregia signora,
la presenza di feci acoliche (poco colorate) possono essere spia di problematiche pancreatiche con malassorbimento. Le ribadisco la necessità di un inquadramento gastroenterologico complessivo. Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio molto, buonasera.