Utente 294XXX
Buongiorno,

da inizio gennaio 2013 ho notato la formazione di noduli interni al pene. Dapprima uno sulla sinistra poco sotto al glande, poi uno nel centro dell'asta, l'altro giorno uno centrale sotto il glande e oggi un altro indurimento, ma questo mi sembra di una vena, sempre sotto il glande. Tutti interni tranne l'ultimo, tastabili solo a pene non in erezione. Non ho dolori a riposo, nè in minzione ma solamente durante le erezioni un fastidio sulla punta del glande. Non ho neppure dolori durante la fuoriuscita di sperma.
Mi metterò in contatto al più presto con un andrologo, ma avendo cambiato lavoro da poche settimane sono in un momento delicato. Anche se devo muovermi, lo so.
Grazie per un'eventuale gentile risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gent.le utente

dalla sua descrizione sembrerebbe trattarsi di uuna induratio penis plastica o malattia di La Peyronie che andrebbe confermata attraverso una ecografia dinamica peniena. La diagnosi tempestiva permette di iniziare subito la terapia e comunque di tentare di bloccare la sua evoluzione, eventualmente ne parli anche al suo medico che conoscendo il territorio la indirizzerà dallo specialista competente.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 294XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille. Solo una curiosità: ma come mai tutto d'improvviso e così velocemente? Nel senso avrei capito un nodulo e poi un altro un meso dopo ad esempio, ma tutto in un mese mi sembra incredibile. Comunque prenderò immediatamente l'appuntamento da un andrologo perchè vorrei fermare tutto questo. Come procede questo tipo di malattia?
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
come detto è una malattia ad eziologia sconosciuta che si può manifestare con la formazione di una fibrosi in un punto oppure in più punti del pene, la sua evoluzione è a "poussè" (con alti e bassi), segua il consiglio e proceda con gli accertamenti.

Ancora cordiali saluti